• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
La festa di Samhain: l'Halloween celtico
Pubblicato il 18/10/2017

Da non perdereIrlanda

Twitter Facebook 11 condivisioni

I contadini irlandesi erano soliti festeggiare il Samhain per due ragioni in particolare: simboleggiare la fine dell'estate, quindi l'inizio dei mesi freddi e... esorcizzare la morte.

In Irlanda si festeggia il Samhain

In Irlanda si festeggia il Samhain
© ja_rek/123RF

Conosciuta come Capodanno celtico, le celebrazioni di Samhain, sia quelle religiose che quelle folcloristiche, hanno origine da un'antica festività del paganesimo celtico, che si suppone abbia influenzato anche la festa popolare di Halloween e la festività cristiana del primo Novembre. Che sia proprio questa l'origine del dolcetto-scherzetto?

Ma a cosa alludevano questi culti?

Ma a cosa alludevano questi culti?
© captblack76/123RF

In molte religioni neopagane, la Ruota dell'Anno indica il ciclo naturale delle stagioni, celebrando gli otto sabbat o sabba, per ricordare la ciclicità dell'esistenza e del tempo; le stagioni, infatti, corrispondono alle quattro fasi della vita: nascita, crescita, declino e morte.

Sull'Epigrafe di Coligny, ritrovata in Francia e risalente alla fine del II secolo d.C, c'è l'unica fonte archeologica che menziona il Trinuxtion Samoni, o Samonios dei Celti. I Celti erano influenzati principalmente dai cicli lunari e dalle stelle che segnavano lo scorrere dell'anno agricolo, che iniziava appunto con Samhain (in novembre), alla fine dei raccolti, quando il terreno veniva preparato per l'inverno. La vigilia del mese di novembre (in irlandese Oidhche Shamhna) era dunque la festività principale dell'antico calendario celtico, celebrata presumiblimente il 31 ottobre, rappresentando l'ultimo raccolto agricolo.

Dal calendario ai convegni nei boschi

Il Sabba è una celebrazione sacra officiata da una sacerdotessa (o sacerdote), che coinvolge una Congrega, in occasione di particolari festività lunari o solari. Gli otto sabbat segnano otto tappe lungo il percorso dell'anno e simboleggiano altrettante tappe nella vita del Dio, che nasce dalla Dea a Yule, cresce fino a diventare adulto, si accoppia con lei a Beltane, regna come re durante l'estate per poi indebolirsi e morire a Samhain, dando inizio al nuovo anno.

Samhain era, dunque, una celebrazione che univa la paura della morte e degli spiriti all'allegria dei festeggiamenti per la fine del vecchio anno. Durante la notte del 31 ottobre si tenevano dei raduni nei boschi e sulle colline per la cerimonia dell'accensione del Fuoco Sacro e venivano effettuati sacrifici animali. Vestiti con maschere grottesche, i Celti tornavano al villaggio, facendosi luce con lanterne costituite da cipolle intagliate al cui interno erano poste le braci del Fuoco Sacro. Dopo questi riti i Celti festeggiavano per 3 giorni, mascherandosi con le pelli degli animali uccisi per spaventare gli spiriti.

Leggi anche:

"Halloween" in Asia : le antichissime tradizioni della festa dei morti
Halloween, dieci locations da brivido nel mondo
10 luoghi nel mondo in cui halloween è un evento imperdibile