Pubblicato il 22/10/2017

#Cultura #Giappone

Ryokan : la tradizione dell'albergo giapponese

Il Giappone è uno dei paesi più legati alle proprie tradizioni; anche nel campo turistico, le strutture alberghiere giapponesi hanno una storia risalente addirittura al periodo Edo. Dai fusuma, gli antichi pannelli rettangolari che circoscrivono le camere di una casa, al tatami, la tradizionale pavimentazione, nel Ryokan si può rivivere tutta la magia del Giappone nel suo io più profondo.

La tradizione in Giappone

Uno stile immutato nel tempo, è questa la vera essenza del Ryokan; un vero e proprio tempio consacrato alla tradizione giapponese dell'accoglienza di turisti. Il Ryokan infatti, mantiene ancora gli elementi tradizionali della struttura originale; pavimenti in tatami, bagno situato all'esterno della camera, giardino con padiglione per la cerimonia del tè, porte scorrevoli e tokonoma piccolo soppalco presente nelle stanze giapponesi alla cui parete vengono appese pergamene dette emakimono. - © oleandra/123RF

Sembra una cerimonia continua il soggiorno in un Ryokan; i letti, detti Futon, (che letteralmente vuole tradursi in materasso arrotolato) sono interamente in cotone, rigidi, sottili e quindi arrotolabili. Essi vengono posti dopo la cena nella stessa stanza in cui si fa colazione al mattino.

La cura dell'ospite è affidata a una cameriera esperta

...(di solito anziana) che farà da Cicerone per le stanze del Ryokan, e oltre a spiegare come comportarsi in un albergo tradizionale giapponese; conoscere le esigenze dell'ospite e far si che vengano esaudite è il mantra di un Ryokan. - © yamasan0708/123RF

Tutto avviene come quattro secoli fa, e vale la pena ritemprare lo spirito in una struttura come questa, facendosi coccolare dalla tradizione.

Estetica curatissima e arricchita di piccoli dettagli

Ovunque si posi lo sguardo sembra di essere in un libro di storia. Il giardino fa spesso da sfondo scenografico ed è visibile dalle camere e dalla vasca dell'ofuro (dove avviene il rito di purificazione del corpo e dello spirito dallo stress quotidiano che consiste nell'immergersi, dopo essersi lavati, in una vasca da bagno di legno colma d'acqua calda) e in generale durante ogni spostamento. - © paylessimages/123RF

La cucina non ha nulla di occidentalizzante e di solito è di altissima qualità contenutiva ed estetica. Per servire le pietanze vengono utilizzati piatti e ciotole pregiatissime e spesso usurate dal tempo; questa pratica non è assolutamente sinonimo di sciatteria, ma anzi rivela il carattere vissuto delle cose.