Pubblicato il 26/08/2016

#Cultura #Liechtenstein

Gli 8 paesi meno visitati al mondo

Spagna, Grecia, Usa o Australia. Quando prepariamo i nostri viaggi ci piace pensare sempre in grande e scegliere destinazioni conosciute o sicure. Perchè non valutare uno di questi paesi? Alcuni dei meno visitati al mondo?

Sarà per le loro dimensioni ridotte, o per l'eccessiva difficoltà nel raggiungerli, ma ci sono dei luoghi che si collocano al di fuori delle rotte turistiche e ancora oggi risultano poco conosciuti alla maggior parte del pubblico. Non sono luoghi infestati da carestie o guerre ma luoghi splendidi ricchi di storia e bellissimi paesaggi naturali. Scopriamo questi luoghi ancora inesplorati!

Bhutan

Fino agli anni 60 entrare in Bhutan era praticamente impossibile. O si percorrevano le fredde strade del Tibet a nord o le impervie giungle indiane a sud. Oggi è più facile ma bisogna preventivare un viaggio con la sola compagnia aerea che opera nel paese e spesso i biglietti possono risultare cari. Il meglio del Bhutan è dato da edifici di impronta buddista, monasteri arroccati su ripide rocce e una natura lussureggiante. - © doublev/123RF

Liechtenstein

Piccolo principato racchiuso tra Svizzera e Austria, il Liechtenstein è un paese ricco di storia. Le sue origini risalgono circa all'anno 1000 quando gli avi dell'attuale dinastia presero possesso dei territori circostanti il castello di Liechtenstein. La piccola capitale è ricca di arte con musei e palazzi reali che mescolano ben 3 stili architettonici: medievale,rinascimentale e neoclassico. Nei dintorni è possibile fare escursioni e passeggiate sulle splendide montagne. - © Leonid Andronov/123RF

Moldavia

La Moldavia è uno stato molto giovane che ha ottenuto l'indipendenza solo nel 1991 ed è proprio per questo motivo che risulta ancora sconosciuta ai più. La regione è una delle più produttive nel settore del vino rendendola una destinazione interessante per gli amanti del turismo enogastronomico al quale si accosta una cucina dalle influenze russe, greche e turche. Si trovano anche forti romani e numerose chiese di stampo ortodosso. - © Serghei Starus/123rf

Tuvalu

Spiagge paradisiache di sabbia bianca e acque turchesi, il sogno di chiunque no? Eppure queste isolette vedono meno di 2000 visitatori l'anno. Il motivo è spiegato dalla loro posizione: si trovano nel bel mezzo dell'oceano Pacifico a metà strada tra Australia e Hawaii. Se cercate un paradiso terrestre dovrete affrettarvi perchè il riscaldamento globale rischia di sommergere questo eden. - ©Stefan Lins/flickr

Turkmenistan

La scarsa notorietà turistica è compensata dalla fama del suo dittatore Saparmurat Niyazov, definito il più pazzo del mondo. Stravagante per aver rinominato i mesi con il suo nome e quello dei suoi cari o per far giurare i medici su sé stesso e non su Ippocrate, Niyazov ha incarcerato giornalisti oppositori e tagliato brutalmente le pensioni lasciando morire si stenti migliaia di anziani. In Turkmenistan si trovano antichissime rovine protette dall'Unesco e splendidi esempi di architettura islamica. - © public domain/wiki

São Tomé et Principe

São Tomé Et Principe è un piccolo stato indipendente al largo della coste della Nigeria. Questo paradiso ospita solo 15.000 turisti l'anno e il motivo è perchè non è una destinazione turisticamente conosciuta benchè abbia tutte le carte in regola per diventare un'attrazione gettonata. - © Easyvoyage.com

San Marino

Il piccolo stato di San Marino si trova in Italia tra l'Emilia-Romagna e le Marche. È il quinto stato più piccolo al mondo, conta poco più di 30.000 abitanti ma offre numerosi monumenti e musei. Non offre numerosi hotel dato che la maggior parte di essi si dislocano sulla vicina costa ma è ben collegato con le altre città. Non ci sono scuse per non andare! - © jiduha/123rf

Corea del Nord

Non poteva mancare nella lista uno dei paesi più impenetrabili al mondo. Entrare nel paese non è una passeggiata perchè la burocrazia è complicata e una volta arrivati si è sempre sotto rigido controllo da parte dei supervisori del governo. Tuttavia il numero di turisti verso uno dei paesi più chiusi e ostili è in crescita rispetto agli anni precedenti. - ©XMM/wiki