• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
I luoghi più incredibili dove fare un tuffo
Pubblicato il 03/12/2016

CuriositàTurchia

Twitter Facebook 1 condivisione

Un tuffo dove l'acqua è più blu cantava Battisti tanti anni fa... ci sono dei luoghi sulla terra in cui l'acqua assume dei colori a dir poco incredibili, dall'azzurro più intenso alla totale trasparenza. Eccovi un giro del mondo alla ricerca del bagno perfetto!

Pamukkale o Castello di cotone, Turchia

Pamukkale o Castello di cotone, Turchia
© tverkhovinets/123RF

Pamukkale è uno dei luoghi più iconici e surreali della Turchia. Qui l'acqua termale ricchissima di sali minerali e calcare ha creato un sistema di 17 vasche dalla superficie bianchissima, dove è possibile immergersi approfittando delle virtù curative e rilassanti dell'acqua a 45 gradi centigradi. La combinazione tra la bellezza del panorama e le virtù terapeutiche rendono il Castello di cotone, questo è il significato della parola Pamukkale, un luogo che sembra uscito dal mondo delle fiabe. Dal 1988 queste piscine naturali sono classificate patrimonio dell'Unesco. Un consiglio importante: se visitate Pamukkale in una giornata di sole, non dimenticare gli occhiali!

Parco geotermico, Nuova Zelanda

Parco geotermico, Nuova Zelanda
Dmitry Pichugin/123RF

Il paesaggio incredibile della Nuova Zelanda, reso noto in tutto il mondo dalla trilogia del signore degli anelli, ospita luoghi sorprendenti e poco conosciuti. Uno di questi è il parco geotermico di Waikarei, situato a nord di Taupo: una delle attrazioni più belle del paese. All'interno del parco sono moltissimi i punti da visitare: le Cascate di Huka, le pozze d'acqua Waikarei, le rapide e la foresta di Pureora sono perfetti per il trekking e le passeggiate. Per il relax il luogo migliore dove recarsi sono le fonti dell'Orakei Korako Thermal Reserve, dove è possibile immergersi nell'acqua scaldata dai flussi geotermici sottostanti. Per gli amanti del benessere, infine, c'è il Cratere della Luna, i cui fanghi sono un toccasana per la pelle.

Fiume Celeste, Costa Rica

Fiume Celeste, Costa Rica
Colin D. Young/123RF

In Costa Rica, nel bel mezzo del Parco Nazionale del Vulcano Tenorio, si nasconde un gioiello. Un fiume di color turchese attraversa la forsta lussureggiante creando un effetto incredibile. Secondo la leggenda locale, dopo aver tinteggiato la volta celeste d'azzurro, dio avrebbe sciacquato i suoi pennelli in questo fiume, conferendogli questo colore unico al mondo. Gli scienziati sono un po' più prosaici e parlano di un peculiare miscuglio di sali minerali disciolti nell'acqua. Comunque sia i risultato è magnifico: il contrasto tra il verde delle foglie e l'azzurro chiaro del Rio Celeste rende questo luogo la destinazione perfetta per un'escursione nel parco naturale... senza dimenticare il costume da bagno!

Laguna Blu, Islanda

Laguna Blu, Islanda
Suranga Weeratunga/123RF

L'Islanda è nota per il gran numero di ghiacciai, vulcani, geyser e fonti d'acqua termale che punteggiano le sue distese incontaminate. Chi si spinge così a nord nell'Atlantico per visitare l'isola non può assolutamente perdersi un tuffo nella famosissima Blue Lagoon: un lago artificiale di 200 metri di lunghezza situato in una zona vulcanica nel sud ovest dell'isola. Il bacino è alimentato da un flusso d'acqua termale la cui temperatura rimane costante tra i 36 e i 40 gradi, e i visitatori possono godersi il contrasto tra il calore dell'acqua e il gelo dell'aria esterna mentre gustano un cocktail o una bevanda calda direttamente dal pool bar, senza uscire dall'acqua. Purtroppo, negli ultimi tempi, l'Islanda è diventata una destinazione di grande tendenza e il gran numero di turisti si concentrano nelle regioni estive. Ecco perché il momento migliore per visitare la Blue Lagoon è la cosiddetta shoulder season.

Bagno nel fango nel cratere di Totumo, Colombia

Bagno nel fango nel cratere di Totumo, Colombia
© artono9/123RF

Il vulcano Totumo, sulla costa caraibica della Colombia è un luogo unico per gli amanti dei bagni nel fango. Questo piccolo vulcano offre un ambiente unico: una pozza di fango miracoloso per la pelle, in cui è possibie tuffarsi. Non si tocca, ma niente paura! L'alta densità del fango vi terrà facilmente a galla, anche se nuotare è decisamente difficoltoso. Per scendere e risalire nel cratere è necessario servirsi di una piccola scaletta in legno: scendere non è un gran problema, mentre risalire coperti di fango può essere decisamente scivoloso.

Le Cenotes, Messico

Le Cenotes, Messico
© rchphoto/123RF

Queste impressionanti manifestazioni geologiche si possono trovare nella regione dello Yucatan, e sono costituite da enormi formazioni calcaree. Le più profonde raggiungono 318m e all'apparenza possono sembrare delle semplici grotte, ma in realtà sono gallerie molto complesse. Per gli antichi Maya queste cavità erano un mezzo di comunicazione con gli Dei dell'otretomba , ai quali venivano sacrificati esseri umani.

Nuotare coi lamantini, Florida

Nuotare coi lamantini, Florida
Greg Amptman/123RF

Sono moltissimi a sognare una nuotata con i delfini o le balene, ma è difficile riuscire ad avvicinarsi a questi mammiferi. Esiste un altro animale, il lamantino , che vive nelle acque poco profonde dell'oceano e non è affatto difficile da avvicinare. Questi animali devono essere particolarmente rispettati perché la loro socievolezza rischia di metterli in pericolo quando si trovano davanti ad un gruppo di turisti impazienti di toccarli e fotografarli. Essi possono essere osservati nelle acqua calde della Florida e nel Crystal River avrete la possibilità di nuotare con loro .

Le incredibili piscine naturali del Messico

Le incredibili piscine naturali del Messico
© albertoloyo/123RF

Il Messico vanta un'infinità di siti archeologici, come quelli di Teotihuacan, Chicen Itza, e una scelta sconfinata di meravigliose spiagge di sabbia fine e bianca come a Cancun, playa del Carmen e Tulum. Molti turisti si fermano sulle coste, ma non tutti sanno che l'entroterra offre luoghi altrettanto sorprendenti. Il sito di Hierve El Agua incanterà con la sua bellezza i visitatori e con le sue cascate bianche per la presenza di calcare. Le cascate Chica poi possiedono sorgenti d'acqua calda, che il turista può godersi in una piscina con vista mozzafiato sulle montagne e il paesaggio circostante, molto meglio degli hotel !

Il Crater Lake, Stati Uniti

Il Crater Lake, Stati Uniti
wollertz/123RF

Rotta verso l'Oregon, nel nord est degli Stati Uniti. Qui il Crater Lake domina la classifica dei laghi più profondi d'america con i suoi 592 metri di profondità. Comunque non è la profondità a rendere unico questo lago: a 2000 metri d'altezza sulla cima del vulcano Mazama, l'unico approvvigionamento d'acqua per il Crater Lake sono le piogge e le nevi sciolte, ecco perché qui l'acqua è purissima e la visibilità dai bordi del lago arriva fino a 37 metri di profondità. Il lago si è formato grazie a un eruzione di 7700 anni fa ed è diventato parco nazionale nel 1902, l'unico dell'Oregon. Qui vivono più di 50 specie di mammiferi e 150 specie di uccelli, per questo il lago è molto amato dagli appassionati di bird watching. Nel caso in cui vogliate fare il bagno vi consigliamo di farlo d'estate... qui l'acqua è gelida.

La Baia bioluminoscente, Porto Rico

La Baia bioluminoscente, Porto Rico
Pawel Grebenkin/123RF

Porto Rico è una piccola isola dei Caraibi ma non mancano le attrazioni da visitare e conoscere. Acqua cristallina, spiagge paradisiache e ricco patrimonio culturale vi sorprenderanno . I suoi piccoli tesori sono necessari per far conoscere questa meta al meglio nelle sue più antiche e meravigliose sfaccettature che attirano moltissimi turisti di tutto il mondo. L'isola di Vieques merita tutta l'attenzione : ex base militare americana, oggi gode di tranquillità e turismo . Questa baia ha la fortuna di illuminarsi non appena cala il buio, perché questo fenomeno si crea grazie alle luci effetto neon che emettono degli speciali microrganismi . Potete raggiungere la baia in un'ora con una barca dopo Fajardo oppure in 20 minuti con un aereo da San Juan.