• Connettiti
La verità sulla festa di Halloween
Pubblicato il 22/10/2019 , Modificato il 31/10/2019

CuriositàIrlanda

Twitter Facebook 8 condivisioni

La parola "Samhain" potrebbe non dirvi nulla. Eppure la vera storia di Halloween nasce proprio da questa festa celtica, praticata anticamente dai contadini irlandesi. Curiosi di conoscerla?

<strong></strong>
© Katarzyna Bialasiewicz/123RF

Ebbene sì: Halloween non è nato in America. Le sue origini sono antichissime e rimandano all'Irlanda dominata dai Celti. La festa del 31 ottobre raggiungerà gli Stati Uniti solo in un secondo momento, a partire dall'Ottocento.
Samhain: questo il nome del rito da cui tutto avrebbe avuto origine. Ripercorriamo insieme la storia della festa "da brividi"...

Quello dei Celti era un popolo di pastori. Come tali, i loro ritmi di vita dipendevano dalle scadenze imposte dall'allevamento del bestiame. Erano soliti suddividere l'anno in vari cicli, ognuno dei quali ritenuto così importante da dover essere celebrato.
La stagione più significativa cominciava al termine dell'estate; si festeggiava il 31 ottobre, considerato dalla comunità il giorno di inizio del nuovo anno. In quella data, simbolo del passaggio dalla stagione calda a quella fredda, i pastori riportavano le greggi a valle e preparavano le scorte per l'inverno. Era questo il momento in cui la popolazione ringraziava gli Dei per la loro generosità, con il rito chiamato Samhain (dal gaelico, "fine dell'estate"). La festa serviva a scongiurare eventuali sventure nel periodo invernale, e il suo tema principale era la morte.

<strong></strong>
© Monika Mlynek/123rf

Il nome Halloween deriva dalla formula All Hallows' Eve (in irlandese Hallow E'en ), in cui Hallow è un'antica parola inglese che significa Santo. In italiano, la "vigilia di tutti i Santi"...e, allora, cosa c'entra la morte?
La popolazione celtica credeva che a capodanno, cioè ogni 31 ottobre, Samhain facesse tornare gli spiriti dei morti sulla terra, permettendo loro di vagare indisturbati nell'aldiquà. La rincongiunzione tra morti e vivi, così, si univa ai festeggiamenti per l'inizio della nuova annata. Durante la notte, finite le celebrazioni, i Celti tornavano alle loro case facendosi luce con lanterne artigianali: venivano poste delle braci dei fuochi sacri all'interno di cipolle intagliate.
Con l'avvento del cristianesimo, Halloween non fu completamente eliminato; scese a compromessi con l'istituzione del giorno di Ognissanti il 1° novembre e, in seguito, della commemorazione dei defunti il 2 novembre.

<strong></strong>
© Evgeny Atamanenko/123RF

Come arriva in America? Il motivo è prettamente sociale; durante la metà del XIX secolo, l'Irlanda fu vittima di una grave carestia. Quest'ultima fu la causa dell'esodo di molte persone che, per fuggire dal territorio irlandese, cercarono fortuna negli Stati Uniti. Qui, assieme ai loro affetti, bagagli e vestiti, trasferirono e conservarono le loro festività.
Presto, l'antico rito celtico del Samhain si trasformerà nella vera e propria festa nazionale americana. Grazie alla sua grande diffusione mediatica, Halloween inizierà ad essere festeggiato in più parti del mondo.