• Connettiti
La Finestra Azzurra diventa d'acciaio: un progetto all'avanguardia per ricostruire l'arco di Malta
Pubblicato il 10/01/2019 1 condivisione

NovitàMalta

Twitter Facebook 1 condivisione

L'architetto russo Svetozar Andreev ha proposto un progetto futuristico alla Repubblica di Malta, quello di ricostruire in acciaio specchiato la Finestra Azzurra, crollata nel 2017, per trasformarla in un incredibile centro espositivo.

La Finestra Azzurra è crollata a seguito di una tempesta nel 2017

La Finestra Azzurra è crollata a seguito di una tempesta nel 2017
© Mikhail Starodubov/123RF

La Finestra Azzurra è stato per anni uno dei simboli più iconici e riconosciuti di Malta. Chiamato anche Tieqa tad-Dwejra in maltese, era un arco naturale alto 28 metri che si trovava sull'isola di Gozo. Meta di pellegrinaggio di centinaia di turisti, reso ancora più celebre per alcune scene del telefilm fantasy Game of Thrones qui girate, l'arco è impietosamente crollato l'8 marzo 2017 a seguito di una forte tempesta. Il vuoto lasciato da questo spettacolo naturale potrebbe essere presto colmato da un progetto all'avanguardia dell'architetto russo Svetozar Adreev. In collaborazione con la collega Elena Britanishskaya, l'architetto ha infatti proposto di trasformare l'area in uno spazio espositivo in acciaio.

Il progetto si chiamerà "The Heart of Malta", e prevede la realizzazione di un'architettura poligonale di acciaio specchiato che possa mescolarsi nel panorama, con la stessa forma, dimensioni e proporzioni dell'originale arco calcareo.

Il progetto di Andrev e Britanishskaya presentato alle autorità maltesi

«La vista della Dwejra Bay vuota mi ha ispirato a creare un monumento che non voleva semplicemente copiare il rilievo naturale della Finestra Azzurra, bensì creare un memoriale di ciò che è stato» ha dichiarato Andreev, che si è recato a Malta per la prima volta nel 2008 e ha visto con i suoi occhi la Finestra Azzurra prima che crollasse.

La nuova infrastruttura in acciaio offrirà oltre 5.000 metri quadri di spazio espositivo disposti su cinque piani a spirale. I gradini rappresenteranno la storia maltese grazie ad un'installazione laser dinamica che proietterà ad ogni passo mille anni di storia.

La proposta è stata al momento solo presentata alle autorià Maltesi, a seguito di un sondaggio pubblico che ha dimostrato un riscontro positivo dei residenti della Repubblica di Malta e dei turisti che scelgono ogni anno questa meta.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Art From Us (@artfromus) in data:

«Sarà un monumento perfetto, simbolo della fusione tra modernità e natura, del tempo e della storia, e una testimonianza della tenacia dello spirito umano» ha aggiunto Andreev descrivendo il progetto.

Naturalmente lo scopo principale di The Hearth of Malta è quello di creare un nuovo simbolo culturale e attirare nuovamente i turisti in quest'area di Gozo. Il progetto sarà un vero e proprio investimento per il futuro dell'isola, e gli architetti hanno proposto l'utilizzo di tecniche e materiali d'avanguardia utilizzati sia nell'architettura che nella costruzione navale, allo scopo di riflettere al meglio l'ambiente di Dwerja e preservare il paesaggio naturale costiero preesistente.