• Connettiti
Phucket, dove gli elefanti maltrattati ritrovano serenità (e incontrano le star)
Pubblicato il 27/05/2017 1 condivisione

NaturaThailandia

Twitter Facebook 1 condivisione

Si parla tanto del cimitero degli elefanti, ma per fortuna a loro, in Thailandia, è riservato anche un paradiso: si tratta di Phucket, il santuario degli elefanti che si prende cura dei pachidermi e li salva da situazioni di cattività

benvenuti al santuario degli elefanti

benvenuti al santuario degli elefanti
© kamchatka/123RF

Quanti sono i casi di sfruttamento degli animali a fini turistici? Molti, e se li ricorda tutti Kannika, elefantessa di 32 anni costretta in infanzia a passare le giornate sulle spiagge di Phucket per fare foto con i turisti; una volta diventata troppo grande per essere considerata ancora graziosa, la povera Kannika è stata venduta ad un campo di trekking, dove veniva caricata di turisti per visite guidate. Oggi però la vita di K è cambiata: passa le sue giornate rilassandosi, mangiando melone, barrendo contenta e spassandosela con la sua amichetta Madee, elefantessa ormai sessantenne.

Le due elefantesse hanno vissuto entrambe delle vite travagliate, ma sono state le prime ospiti del Phucket Elephant Sanctuary, il primo centro a Phucket in cui gli elefanti vengono messi a contatto con il pubblico in modo sicuro ed etico, un vero e proprio esempio per i centri vicini. Il santuario ha inaugurato la sua missione nel 2016 e si prefigge di portare in salvo più pachidermi possibili dai tanti centri di sfruttamento degli animali che ci sono nei dintorni: al gruppo si sono recentemente aggiunti Dow, l'elefantessa più anziana fin'ora, e Gaew Ta, detto anche Darling, l'elefante cieco del santuario. Al gruppo si aggiungeranno presto altri 4 elementi.

Essendo stati maltrattati per una vita intera, questi animali sono ora considerati come in pensione, e gli operatori del santuario specificano che la loro missione è mantenere l'interazione con i turisti al minimo, per far sì che gli elefanti possano essere sé stessi nel loro habitat originale; ma allora che cosa aspetta ai visitatori che decidono di far visita al santuario?

Prima di tutto, un documentario che mira a sensibilizzare i turisti sulle pratiche crudeli e gli abusi sui piccoli elefanti all'interno dell'industria del turismo, ma anche i fatti più curiosi circa questo straordinario animale: per esempio, sapevate che un elefante può provare emozioni e comportamenti umani come spirito di squadra, capacità di problem-solving e empatia? Inoltre, la sua proboscide può aspirare 14 litri di'acqua in un sorso e al contempo riuscire a raccogliere un singolo chicco di riso. Incredibile no?

Il resto della visita consiste nel fare colazione con gli elefanti, dando loro da mangare e imparando a conoscerli, per poi fare una passeggiata insieme della durata di un'ora e mezza, stando attenti a non passare loro dietro, pericolo pernacchia in faccia.

EDUCATION. INTERACTION. OBSERVATION. HALF DAY TOURS We are absolutely thrilled that our sanctuary is growing faster than we could have imagined. We are welcoming visitors from many countries around the world who are choosing to learn about and observe elephants in their natural habitat. Our program includes the following: EDUCATION - We begin with a presentation and educational video on who we are and why elephants need to be protected. INTERACTION - We then feed the elephants! This up close encounter is a magical experience... and the elephants of course LOVE their basket of treats. OBSERVATION - Walk with the elephants, stand back and observe as our elephants express their natural behaviours. By giving elephants their space, they have the freedom to play, bathe and socialise together which gives for a peaceful and relaxing day, not only for our visitors but for our elephants too! Elephants don't like loud noises, huge groups of people crowding around them, or constantly being touched, as would any human either. We put our elephants first and our guests have a very special and memorable day spent with happy elephants. Also included is a delicious vegetarian lunch at our Tree Top Reception and Observation platform whilst the elephants bathe in the lagoon and roam nearby. Our tours fill up quickly, so please book early! ----------------- To book, please BOOK NOW! via the link in our insta bio, on Facebook or via our website at http://www.phuketelephantsanctuary.org/book-here We look forward to welcoming you to Phuket Elephant Sanctuary, the first true elephant sanctuary on the beautiful island of Phuket. #PhuketElephantSanctuary #AMorningWithTheElephants #ObservingElephants #Phuket #Thailand #EthicalTourism #MadeeElephant #KannikaElephant #DokGaewElephant #GaewTaElephant Photo Cr: Russ Pes

Un post condiviso da Phuket Elephant Sanctuary (@phuketelephantsanctuary) in data:

Il Santuario ha riscosso molto successo tra i turisti più animal-friendly, tra i quali anche grandi celebrità come i Coldplay o il turista etico per eccellenza, il buon Leonardo Di Caprio. Un'ottima pubblicità per questa organizzazione, che basa il suo operato soprattutto sulle donazioni di privati e che spera, un giorno, di riuscire ad ospitare fino a 20 pachidermi. Per favorire lo sviluppo della struttura sono stati anche introdotti dei programmi di volontariato che permettono agli ospiti di pernottare nella zona per 7 giorni per prendersi cura degli elefanti.

Speriamo che questa nuova missione riscuota sempre più successo a Phucket e dintorni.

altre notizie che piacerebbero a di caprio

5 nuovi parchi nazionali, ecco il nuovo regalo di un privato al Cile
Nuova famiglia di tigri scoperta in un parco naturale Thailandese