• Connettiti
Chi dorme piglia...un sacco di soldi! Ecco come diventare sleepfluencer
Pubblicato il 11/01/2019 3 condivisioni

CuriositàStati Uniti

Twitter Facebook 3 condivisioni

Appassionati di ronfate e pisolini? Continuate a leggere perché se siete fortunati potreste trasformare il vostro passatempo preferito in un lavoro in piena regola!

Finalmente un lavoro piacevole e gratificante!

Finalmente un lavoro piacevole e gratificante!
© ljupco/123RF

Chi l'ha detto che chi dorme non piglia pesci? Nell'epoca dei social network, del marketing pervasivo e del lavoro sempre più specializzato, era solo questione di tempo prima che una nuova professione facesse capolino sulla scena: quella dello sleepfluencer, un bell'addormentato professionista che guadagna prestando la sua arte a venditori di materassi e alberghi di lusso, ma anche a scienziati che cercano di venire a capo degli intricati enigmi della neurofisiologia umana.

Ma che cosa fa esattamente uno sleepfluencer, e come si fa a diventarlo? Il lavoro più classico in questo campo, approdo sicuro per gli aspiranti dormitori professionisti, è prevedibilmente quello del collaudatore di materassi: non dovrete far altro che testare gli ultimi prodotti e vedere quanto ci mettete a cadere tra le braccia di Morfeo. L'anno scorso, la compagnia statunitense MattressFirm ha persino pubblicato un annuncio di stage per quello che sembra essere a tutti gli effetti il lavoro dei sogni: testare materassi non solo per dormire, ma anche per tutte quelle piacevoli attività che fanno da contorno a una bella ronfata, come leggere, sgranocchiare patatine e guardare Netflix. Beninteso, gli aspiranti candidati dovevano essere in possesso di requisiti ferrei, come l'essere "appassionati di sonno e di comfort" e "interessati a esporsi a diverse superfici, texture e posizioni di dormita", che gli avrebbero permesso di svolgere al meglioro il loro duro lavoro di dormienti professionisti.

<strong></strong>
© Andriy Popov/123RF

Se disponete di un sonno perfetto e siete anche dotati di una discreta capacità critica e spirito d'osservazione, le vostre abilità potranno addirittura tornare utili a degli alberghi di lusso che si offriranno di pagarvi per recensire i vostri pernottamenti nelle loro camere. Anche senza arrivare così in alto, comunque, potreste decidere di mettere la vostra preziosa esperienza e minuziosità al servizio del prossimo: un sito come sleepsherpa , ad esempio, offre recensioni per tutti i tipi di prodotti per il sonno possibili e immaginibali. Dai materassi di schiuma ai cuscini di specifici alberghi passando per le lenzuola organiche, il sito mette l'opinione dei professionisti al servizio delle persone comuni che aspirano solo a farsi una piacevole dormita, coprendo le esigenze più specifiche e fornendo anche preziosi consigli per un sonno perfetto.

Voir cette publication sur Instagram

These tips will help you fall asleep easily, sleep like a baby, and wake up ready to conquer the world. #SleepTips #Sleep #HealthySleep #Health #SleepingHabit #SleepLikeaBaby #WakeUp #GoodNight

Une publication partagée par The Sleep Sherpa (@sleepsherpa) le

Se poi ci sapete fare con il marketing e vi piace essere sempre connessi potreste considerare di diventare uno sleepfluencer nel pieno senso del termine, una figura che testa prodotti di specifici brand al fine di promuoverli attraverso i canali social. Molte aziende sono alla ricerca di figure di questo tipo.

Voir cette publication sur Instagram

The DREAMIEST task has just popped up on Airtasker! @simbasleep, who happen to make the best mattresses in the business, are searching for three people who can lie down (on a brand new Simba Hybrid mattress, of course), tuck in and get some serious shut eye to test the impact of bedtime habits on sleep quality, tracking with the latest @fitbit Versa lifestyle technology. - Do you know a Grade Z snoozer who could complete this task with their eyes closed? Tag them in to apply for this dream job! Task link in bio ???? . . . . . #sleep #sleepfluencer #dreamteam #simba #fitbit #airtasker #simbasleep #fitbitversa #airtaskeruk #dreamjob #cooljob #sleepy #sleepin #sleeping #sleepscience #sleeptime #thescienceofsleep #wellness #londonwellness #healthy #londoner #londonlife #slowdown #londongirl #dreamjobmakers #followyourdream #followyourdreams #countingsheep

Une publication partagée par Airtasker UK (@airtaskeruk) le

Passando al lato scientifico, le neuroscienze hanno posto lo studio dell'attività del dormire sempre più al centro della loro ricerca, e per questo motivo necessitano di cavie: se volete contribuire al progresso dell'umanità senza fare il minimo sforzo, è in qualche laboratorio scientifico o ospedale che dovete cercare lavoro. Ma attenzione: si richiede la capacità di schiacciare coperti di elettrodi e ogni sorta di bizzarra apparecchiatura.

Infine, per gli aspiranti dormitori professionisti più ambiziosi e assonati, in passato si sono aperte posizioni perfino per la Nasa, che ha proposto di pagare fino a 18.000 dollari un volontario disposto a rimanere in un letto 70 giorni - pur continuando a svolgere tutte le proprie attività - allo scopo di monitorare i suoi parametri vitali in un periodo di riposo forzato.

Per adesso queste esaltanti nuove opportunità sono aperte soprattutto al mercato statunitense, ma c'è da scommettere che presto si faranno strada anche da noi: chi dorme forse non piglia pesci, ma soldi sì!