Pubblicato il 24/10/2022

#Cityguide #Spagna

Discovery Barcellona : i 10 luoghi nascosti da non perdere

Barcellona è una delle capitali europeee più visitate della Spagna... storia, cultura e bellezza architettonca si fondono insieme creando un'atmosfera unica che pernea ogni vicolo. Ma Barcellona ha anche siti poco battuti dal turismo di massa che la rende ancora pù affascinante: monumenti, tesori naturali ed edifici insoliti sono solo alcuni dei tesori che nasconde i dintorni di questa incredibile città spagnola.

© Tomas1111 / 123RF

1- Sitges, la Saint-Tropez spagnola

Lungo la Costa Daurada si trova Sitges, a soli 30 minuti di auto da Barcellona, una città vivace e famosa per le sue spiagge, gli sport acquatici e le attività ricreative. Ha un antico porto di pescatori, che ricorda molto l'atmosfera sudamericana grazie alla sua architettura coloniale, dove si respira una dolce atmosfera di festa durante tutto l'anno.

Da non perdere :

Il carnevale di Sitges, che di solito si svolge tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo. Un'esplosione di colori, piume e costumi variopinti per le strade della città.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Turisme de Sitges (@sitgesturisme)

2- Castelldefels, tra la spiaggia e la fortezza

 A pochi minuti da Barcellona e dall'Aeroporto Internazionale, cinque chilometri di spiaggia di sabbia fine costeggiano il Mediterraneo... Parliamo di Castelldefels, forse una delle migliori destinazioni turistiche della regione per le famiglie che vogliono godersi una vacanza rilassante senza allontanarsi troppo da Barcellona.

Da non perdere :

Il Castello di Castelldefels, un'antica fortezza risalente al X secolo costruita su una collina per proteggere la zona dagli attacchi dei pirati e dalle invasioni barbariche. I bambini ameranno Piratia, un'esperienza interattiva per giocare con vascelli e pirati.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Castelldefels_beach (@castelldefels_beach)

3- Figueres, città natale di Dalí

Situata a un'ora e mezza di treno da Barcellona, Figueres è la città natale del grande Salvador Dalí. È quindi con grande onore che visitiamo il museo dedicato al pittore surrealista, un luogo unico che ci permette di immergerci nell'universo singolare dell'artista più eccentrico della Spagna.
Il museo, un edificio rosa sormontato da grandi uova bianche, ha all'interno, le migliori opere e dipinti dell'artista catalano, esposti in incredibili sale.

Da non perdere :

Figueres si trova sulla Costa Brava, nella provincia di Girona, e tutta la città merita una visita: le vivaci strade del centro storico, il Castello di San Fernando e non fatevi mancare lo shopping sulle Ramblas...

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Visit Figueres (@visitfigueres)

4- Colonia Güell e la Cripta di Gaudí

A Barcellona, tra le incredibili opere del famoso architetto Gaudí, pensiamo subito al Parco Güell, alla Sagrada Familia o alla Casa Vicens. Ma ce ne sono molti altri, anche fuori dalla capitale catalana. Infatti, a 23 chilometri a sud-ovest di Barcellona, a Santa Coloma de Cervello, si trova il quartiere industriale Colonia Güell, un'ex fabbrica tessile e il suo quartiere popolare. In questo complesso architettonico d'avanguardia risalente al XX secolo, si può ammirare il tocco singolare di Gaudí nella Cripta di Gaudí, patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.

Curiosità:

Si dice che Antoni Gaudí abbia sperimentato nella Cripta alcune tecniche architettoniche che poi sono state applicate al suo più grande capolavoro, la Sagrada Familia.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Cristina Gasparri (@crisgasparri)

5- Il Delta del Llobregat

Questa vasta pianura di quasi 100 chilometri, a circa 20 chilometri a nord di Barcellona, è uno dei tre siti naturali più importanti della Catalogna. Numerose attività sono possibili nel cuore di questa area naturale ecologica formata da lagune costiere e conosciuta per la sua incredibile biodiversità.
Lontano dalla frenesia di Barcellona, il Delta del Llobregat è una piccola oasi naturale che vi permetterà di fare piacevoli percorsi in bicicletta o tra i canneti su sentieri segnalati, birdwatching e passeggiate a cavallo, laboratori per bambini...

Da non perdere:

Fare una passeggiata all'alba, quando il delta si tinge di colori magnifici e tonalità a tinte pastello.  

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Xavier Bou (@xavibou)

6- Montserrat, luogo di pellegrinaggio in Catalogna

Montserrat è uno dei luoghi più affascinanti della Catalogna. Si tratta di una montagna dalla forma unica situata a circa 50 km da Barcellona che ricorda in qualche modo Meteora in Grecia. Sulla sua cima si trova il monastero benedettino di Montserrat, un'abbazia dedicata alla Vergine di Montserrat, patrona della Catalogna, che attira ogni anno turisti e pellegrini, raggiungibile con una funivia che parte dal fondo della montagna fino al monastero.

Da non perdere:

  • Il mirador di Montserrat e la sua incredibile vista sulla valle.
  • La grotta di Montserrat e i suoi 500 metri di gallerie sotterranee disseminate di stalagmiti e stalattiti, Un luogo straordinario nascosto sotto la montagna.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da QBCatalunya (@quebonicaescatalunya)

7- Il Monastero di Sant Cugat, esempio di arte medievale catalana

Il monastero di Sant Cugat è uno dei più bei siti del patrimonio religioso europeo, un complesso monastico, costruito a partire dal IX secolo, a 35 km a nord di Barcellona. Una visita di due ore attraverso i secoli per scoprire il magnifico chiostro, considerato il gioiello della scultura romanica, l'immensa chiesa monastica con il suo superbo rosone, e la sala capitolare.

Da non perdere:

La salita al campanile, da cui si gode di una vista mozzafiato sull'intero monastero e sulla catena montuosa di Collserola.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jenni (@ithappensinbarcelona)

8- Sant Miquel del Fai e le sue superbe cascate

A un'ora e mezza di auto a nord di Barcellona, il Parco Naturale del Montseny offre paesaggi montani incantevoli e una natura mozzafiato. A Saint Miquel del Fai, l'acqua dei fiumi ha formato grotte e cavità rivestite di stalagmiti, ma anche curiose formazioni rocciose circondate da cascate e piccole piscine.

Da non perdere :

Le cascate di Tenes, spettacolari cascate da ammirare dal belvedere del Monastero di Sant Miquel del Fai.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Anastasiia Afanaseva-Offredo (@assia_san)

9- Alella e il suo vigneto D.O.C.

A soli 15 chilometri da Barcellona si trova il piccolo comune di Alella, noto per i suoi vigneti e le sue cantine. Ci piace l'autenticità del suo piccolo centro storico, dove si trova la graziosa chiesa di Sant Feliu del X secolo, una delle chiese più antiche della regione. Durante un viaggio ad Alella, non perdetevi una visita alle cantine e una degustazione di vino biologico.

Da non perdere:

Alta Alella, un'azienda a conduzione familiare nel cuore della tenuta vinicola di Can Genis aperta ai privati, che offre visite enologiche.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Jaume Colome? Nadal (@colome_nadal)

10- La spiaggia di Calella de Palafrugell, una meraviglia della Costa Brava

Perché non approfittare della permanenza a Barcellona per fare una deviazione sulla Costa Brava? Su questa lunga fascia costiera che si estende dal confine francese fino a nord di Barcellona, si trovano alcune spiagge molto turistiche ma anche calette più intime come Calella de Palafrugell.
All'ombra dei pini, questo antico villaggio di pescatori con le sue graziose case bianche tradizionali offre incredibili insenature naturali lambite da acque cristalline.


Da non perdere:

Il sentiero costiero e la sua piacevole passeggiata che conduce a Llafranc e al faro di Cap de Sant Sebastià, il punto panoramico più bello della Costa Brava.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Calella de Palafrugell (@calella_de_palafrugell)