• Connettiti
Vacanze anticonvenzionali: al mare in dieci isole tedesche
Pubblicato il 10/08/2018

NaturaGermania

Twitter Facebook 3 condivisioni

Chi l'ha detto che si può andare al mare solo nel mediterraneo? Ecco dieci spiagge anticonvenzionali situate nelle isole tedesche del Mar Baltico e del Mar del Nord!

  • Twitter
  • Facebook
  • Ruegen - la più grande isola baltica tedesca
    Ruegen - la più grande isola baltica tedesca

    L'isola di Ruegen, con i suoi 969 chilometri quadrati è la più grande tra le isole tedesche del Mar Baltico. Grazie ai resort e alle spiagge attrezzate è una meta turstica molto amata dai turisti nordeuropei! Il momento ideale per visitarla è tra giugno e agosto, nonostante spesso venga apprezzata anche la quieta stagione invernale. Ruegen è una meta perfetta anche per i windsurfer e i kitesurfer grazie alle diverse baie ventose che la popolano.

  • Poel - l'isola vicino Lubecca
    Poel - l'isola vicino Lubecca

    L'isola di Poel, anch'essa del Mar Baltico, confina con la baia di Wismar della costa tedesca, ed è dunque vicina a Lubecca, Wismar e Schwerin. Fa parte della regione metropolitana di Amburgo. Il nome dell'isola deriva dalla parola slava "pole" , che significa "terra piatta" o "campo". Qui è possibile rilassarsi con la spettacolare vista del Mar Baltico, godibile dalla baia di Wismar.

  • Usedom - la più solare delle isole
    Usedom - la più solare delle isole

    Isola della Pomerania, divisa fin dal 1954 tra Germania e Polonia, è la seconda isola più grande dopo Ruegen. Con un ammontare di 1906 ore annue di sole, Usedorm è la regione più luminosa dell'intera Germania, e una delle più solari di tutto il Mar Baltico. Ecco da dove ha preso il soprannome di "Sonneinsel", Isola Sole in tedesco. Meta turistica fin dal 19esimo secolo, Usedom è equipaggiata con grandi resort e spiagge attrezzate, come quella di Heringsdorf, in foto.

  • Fehmarn - come un uccello migratore
    Fehmarn - come un uccello migratore

    Dista diciotto chilometri dall'isola danese di Lolland, Fehmarn, legata alla costa tedesca da un lungo ponte costruito negli anni Sessanta. Ottima meta per il bird watching: qui infatti gli uccelli migratori artici passano in volo verso il centro Europa. Meta turistica in espansione, soprattutto da luglio a settembre, Fehmarn è un'altra meta ottima per gli amanti del windsurf e kitesurf. In foto la costa di Staberhuk.

  • Sylt - spiagge sabbiose sul mar di Wadden
    Sylt - spiagge sabbiose sul mar di Wadden

    L'isola di Sylt offre venticinque miglia di bellissime spiagge sabbiose sul tranquillo mare di Wadden. Dune e dighe verdi, brughiere e scogliere rendono il paesaggio naturale incontaminato uno spettacolo unico. Ma Sylt offre anche vita notturna con le istallazioni turistiche che permettono di vivere una vacanza completa, tra pacifico isolamento e divertimento. Sono dodici i villaggi che popolano l'isola, ognuno con il suo fascino. In foto la spiaggia del villaggio di Hornum.

  • Föhr - i Caraibi della Frisia
    Föhr - i Caraibi della Frisia

    Föhr è la seconda isola della Germania del Mare del Nord, una destinazione molto popolare tra i turisti in cerca di relax. Soprannominato "i caraibi della Frisia" per le spiagge bianche e la natura rigogliosa che le circonda, l'isola si impegna nell'offrire oltre ottomila eventi l'anno per una straordinaria varietà di esperienze dedicate a tutte le fasce di età. Per gli amanti della natura visita d'obbligo al Parco Nazionale dello Schleswig-Holstein Wattenmeer, patrimonio dell'umanità UNESCO.

  • Amrum - l'isola delle dune
    Amrum - l'isola delle dune

    Le dune di sabbia caratterizzano il paesaggio di Amrum, la cui vegetazione è in gran parte costituita da erica e arbusti. Amrum è un rifugio per molte specie di uccelli e un certo numero di mammiferi marini, come la foca grigia e la focena. Al nord dell'isola è possibile trovare la stazione balneare di Norddorf, e se la vita da spiaggia vi ha stancato è possibile recarsi a Suddorf, ora quartiere di Nebel, il più antico villaggio dell'isola dove è possibile visitare il faro di Amrum. Ultimo dei tre comuni presenti Wittdun, il più amato dai turisti, fondato apposta dagli abitanti dell'isola nel tentativo di concentrare i flussi turistici in un unico villaggio e preservare l'autenticità degli altri.

  • Heligoland - tra scogli rossi
    Heligoland - tra scogli rossi

    L'arcipelago di Heligoland è caratterizzato dall'interessante struttura geologica formata da alte scogliere rosse. Se siete degli amanti dell'abbronzatura la migliore delle isole per prendere il sole è Dune. Heligoland è il luogo ideale per delle vacanze all'insegna del benessere, qui difatti non vi sono auto, il livello di inquinamento è pressoché nullo dunque risulta perfetta come meta disintossicante dalle grandi città, o per chi soffre di allergie. Su Heligoland si trova, inoltre, una delle più piccole riserve naturali del mondo: Lummenfelsen, la scogliera Guillemot. In foto la scogliera di Lange Anne.

  • Wangergooge - tra le prime località balneari
    Wangergooge - tra le prime località balneari

    Sono otto i chilometri che separano l'isola di Wangerooge dalla terraferma. I turisti possono difatti raggiungerla in 45minuti di traversata dal porto di Harlesiel, nella bassa Sassonia. Il nome Wangerooge deriva dall'antico tedesco "Wanga", che vuol dire prato e la parola frisone "oog", isola. Tutt'oggi la piccola isola offre ancora molta natura incontaminata. Interessante come, a causa dei forti venti sul lato ovest, l'isola "migri" verso est, cambiando persino la sua forma. Fu una delle prime isole dove venne aperto uno stabilimento balneare, testimoniato già nel 1804, quando l'isola venne soprannominata "Seebad", ovvero "località balneare".

  • Neuwerk - l'isola fortezza oggi luogo di pace
    Neuwerk - l'isola fortezza oggi luogo di pace

    A circa 100km a ovest di Amburgo si trova la piccola isola di Neuwerk, che copre appena tre chilometri quadrati a monte della foce dell'Elba. Qui la città di Amburgo costruì nel 1299 una fortezza, voluta dai duchi di Sassonia per proteggere le spedizioni dall'Elba ad Amburgo dagli attacchi dei pirati. Oggi l'antica fortezza è stata convertita in un faro. Dal 1905 l'isola divenne zona ricreativa e balneare, custodita dagli appena quaranta abitanti che vivono nella pace più assoluta. Cinque ristoranti, un vecchio negozio di alimentari e due musei sono tutto quello che l'isola ha da offrire oltre la natura e il mare. Neuwerk fa parte del Parco Nazionale di Wadden.

1

Voglia di una meta balneare non troppo affollata, con spiagge sabbiose, scogliere, e un paesaggio da urlo? Il Nord Europa allora è il posto che fa per voi! Sul Mar Baltico e il Mar del nord, difatti, si affacciano coste e isole dove è possibile prendere un'aria di mare decisamente diversa da quella mediterranea. Per godere appieno della natura selvaggia le isole della Germania del nord possono essere un'anticonvenzionale soluzione. E, per i più coraggiosi, la possibilità di un tuffo non è nemmeno così remota...