Pubblicato il 27/09/2018

#Ambiente #Isole Faroe

"Grindadrap": gli anni di sangue delle Isole Faroe

La bellezza delle Isole Faroe non basterą mai a giustificare l'atroce destino di migliaia di delfini massacrati sulla spiaggia di Hvalba. La tradizionale " caccia alle balene" a quanto pare č una tradizione mortale per i mammiferi che abitano queste acque.

Isole Faroe, oltre il verde c'č il mare rosso

Per chi non ne fosse al corrente, le Isole Faroe sono un angolo di paradiso geograficamente ubicato tra il Mare di Norvegia e il nord dell'Oceano Atlantico, a metą strada tra l'Islanda e la Norvegia. Nel 1948 hanno ottenuto l'autonomia per quanto riguarda la politica interna, ma per la difesa e gli affari esteri sono dipendenti dal Regno di Danimarca e dal Folketing ( il parlamento danese). - ©Kjetil Kolbjornsrud/123RF

Oggi peró non voglio parlarvi della bellezza del luogo, non voglio parlarvi delle alte falesie dove si susseguono cascate naturali da mozzare il fiato. Non vi parleró nemmeno delle 18 isole che costituiscono l'intero arcipelago o del Slęttaratindur, il punto pił alto. Oggi vi parleró di morte, quella morte atroce e crudele che ogni anno trovano i delfini che abitano queste acque.

Mare rosso sangue

Voir cette publication sur Instagram

BARBAR?C Are we human? pilot whales and the dolphins cruelly massacred in Faroe island every year. ?S ?T really FEST ? They will not even be eaten. #stopthemassacre #grindadrap #whale #dolphins?? Barbarca.Biz insanm?y?z? Pilot balinalar ve yunuslar zalimce katlediliyor her y?l Danimarka'n?n Faroe adas?nda .üstelik yenilmeyecekler bile .Bu gerēekten festival mi? #faroeislands #stopmassacre

Une publication partagée par Alisa Gürbüz (@alisagurbuz) le