• Connettiti
Venezia svelata: le curiosità che non sapevi
Pubblicato il 02/02/2019 2 condivisioni

CuriositàItalia

Twitter Facebook 2 condivisioni

Eccoci finalmente arrivati nel periodo dell'anno dedicato all'amore: San Valentino. Dite la verità, in quanti hanno prenotato o stanno pensando di prenotare un romantico viaggio con annesso giro in gondola a Venezia? Prima di farvi partire peró, ecco alcune "perle" da sapere per fare bella figura con la vostra dolce metà!

  • Twitter
  • Facebook
  • Il simbolo della Serenissima
    Il simbolo della Serenissima

    Il simbolo di Venezia è il leone alato con un libro aperto sotto la zampa anteriore destra. La scritta in latino incisa su quel sacro libro recita: Pax tibi Marce evangelista meus, che vuol dire Pace a te Marco mio evangelista. Quando il Leone di San Marco veniva rappresentato su pitture o sculture mentre reggeva una spada, significava che Venezia stava affrontando un periodo di guerra. La maggior parte dei 'leoni' fu distrutta dalle truppe napoleoniche nel 1797, quelli che vediamo attualmente sono quasi tutti delle copie fedeli degli originali.

  • L'aperitivo per eccellenza
    L'aperitivo per eccellenza

    A Venezia l'aperitivo per eccellenza si chiama Spritz, guarnito con una scorza di limone e/o un'oliva. Per chi non beve spesso alcolici ed ha la curiosità di assaggiarlo, berne anche un solo bicchiere può fargli girare la testa. L'origine del nome di questo cocktail risale ai tempi della dominazione austriaca a Venezia, il verbo in lingua tedesca spritzen significa "innaffiare". Attualmente questo aperitivo è diffuso in tutto il Veneto ma lo Spritz ha le sue origini a Venezia, fino agli anni ottanta era infatti difficile berlo fuori dai limiti della provincia!

  • Tutti i ponti di Venezia
    Tutti i ponti di Venezia

    A Venezia ci sono 417 ponti, dei quali 72 privati. Si contano 300 ponti costruiti in pietra, 60 in ferro, i restanti 57 in legno. Nei tempi antichi i ponti a Venezia erano sprovvisti di gradini in quanto fino al '500 era consentito andare su cavalli. Sono solo due i ponti di Venezia che non hanno spallette, uno si trova a Torcello e si chiama Ponte del Diavolo, un altro (privato) è visibile in Rio di San Felice (vicino alla Scuola Grande della Misericordia).

  • L'Arsenale
    L'Arsenale

    L'Arsenale di Venezia si sviluppa su un'area di oltre 320.000 metri quadrati (circa un quinto dell'intera città). Fu visitato anche da Dante Alighieri (nel 1321) che lo citò su una terzina del XXI canto dell'Inferno. Ai tempi del suo maggiore sviluppo ci lavoravano 18.000 persone, gli "arsenalotti".

  • La strada più stretta
    La strada più stretta

    La strada più stretta di Venezia si chiama Calletta Varisco che si trova su una laterale nelle vicinanze di Campo San Canciano: ha una larghezza di solo 53 centimetri!

1

La Serenissima; la Dominante; la Regina dell'Adriatico; insomma, Venezia non ha poi bisogno di appellativi! Una delle città più amate da turisti nostrani e stranieri, presa d'assalto tutto l'anno per gli scorci unici che regala in ogni stagione e soprattutto in due periodi particolari: il Carnevale e San Valentino. Già, perchè Venezia è anche la città dell'amore, con i suoi canali, le sue gondole e il riflesso del cielo nell'acqua del mare... e perchè no? Anche il ricordo di Casanova.

Città con secoli di storia e di dominio sul Mediterraneo, grazie allo sviluppo del commercio e della navigazione, la Venezia di Marco Polo fu la più grande potenza commerciale dei suoi tempi. Tutto questo e anche di più è la Serenissima, che cela un discreto numero di curiosità da conoscere per poter dire di averla vissuta (e conosciuta) fino in fondo!
Mentre vi sveliamo alcuni dei suoi segreti, non dimenticate di preparare il vostro viaggio con la nostra guida e di prenotare con noi i vostri biglietti!