Pubblicato il 22/08/2017

#Natura #Spagna

Turisti uccidono cucciolo di delfino spiaggiato per farsi i selfie

Per qualche like in più su Facebook o su Instagram, un piccolo delfino ha perso la vita in Spagna.

Non si tratta del primo caso di un animale ucciso dai selfie

© elarina/123RF

Nelle spiagge molto frequentate dai turisti, vicino al villaggio andaluso di Almeria, un cucciolo di delfino si è avvicinato troppo al bagnasciuga e si è arenato. Solo, debole e impaurito, il delfino si è visto piombare addosso decine di bagnanti con smartphone in mano, pronti ad accarezzarlo e farsi il selfie dell'estate.

Persino il bagnino non è riuscito a tenere a bada la folla e proteggere l'animale dall'assalto dei turisti. È stato poi chiamato il personale dell'Equinac, un'associazione non a scopo di lucro che si occupa della salvaguardia della fauna marina. Ma quando i soccorritori sono arrivati, un centinaio di persone erano ancora appiccicate al povero animale facendo la fila per farsi immortalare con il cucciolo. A nulla sono serviti i soccorsi. Poco dopo infatti l'animale è morto.

Sulla sua pagina Facebook, Equinac ha sottolineato l'incapacità di molte persona di provare empatia per un essere vivente in difficoltà. Sempre nello stesso post, l'associazione ha aggiunto che in questo caso si è sacrificato la vita dell'animale per soddisfare il proprio egoismo e per una manciata di selfie.

Senza l'intervento degli esseri umani, l'animale sarebbe probabilmente morto lo stesso. Ma invece di fare qualcosa per salvarlo o chiamare subito i soccorsi, i bagnanti si sono preoccupati della popolarità dei loro profili social, piuttosto che della vita di un animale.

Dato che i casi di delfini che si avvicinano alle spiagge sono sempre più frequenti, si spera almeno che questo episodio eclatante serva da lezione per casi futuri. La prima cosa da fare in queste situazioni è quella di tenersi ad una certa distanza dall'animale spiaggiato. In questo modo l'animale non proverà stress e potrà respirare con più facilità. Poi è necessario chiamare subito le autorità o un'associazione che si occupa di animali marini. È importante non tentare di mettere l'animale al largo, dato che le possibilità di sopravvivenza sono pochissime.

Purtroppo, questa non è la prima volta che capita un caso simile. L'anno scorso, in Argentina, centinaia di bagnanti sono riusciti a tirare fuori dall'acqua un delfino per farsi delle foto e hanno finito per ucciderlo. Lo stesso è accaduto in Macedonia, dove la vittima è stato cigno, immolato alla causa del selfie. Mentre in Costa Rica, dei turisti hanno impedito alle tartarughe marine di ritornare in mare sempre per lo stesso motivo.

Leggi anche

Huan-Zi il cucciolo di panda più coccoloso di sempre
L'orso Mario e il panettone: storia di una convivenza difficile
Mucche nelle spiagge della Corsica
Allarme Koala! La deforestazione li porta in città
Stiamo vivendo la più grande estinzione di massa dal tempo dei dinosauri
Lazio e Ciociaria: i parchi, le riserve e il fuoco dei vandali
La Bat-caverna di Austin: l'attrazione che non ti aspetti
In Olanda le patate crescono sui tetti
Le piccole accortezze ecologiche da adottare in vacanza