• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Sette città che stanno rivoluzionando l'ecoturismo
Pubblicato il 04/02/2020

EcoturismoStati Uniti

Twitter Facebook 3 condivisioni

Qual è il rapporto tra San Francisco, Reykjavik, Vancouver, Lubiana, Hoi An, Copenaghen e Flagstaff? Queste sette città si inseriscono tutte nel contesto di un turismo sostenibile ed ecologico. Visitarle, quindi, deve indurci a rispettare le loro regole ambientali.

  • Twitter
  • Facebook
  • San Francisco, California
    San Francisco, California

    Nel 2020, San Francisco diventerà la prima città "zero waste", impegnandosi a riciclare il 100% dei suoi rifiuti! Sono in atto misure per prevenire l'uso di rifiuti non riciclabili. Se siete intenzionati a visitare questa città, ricordatevi di seguire bene le regole ecologiche che la caratterizzano ( se sbadatamente doveste sbagliare secchio, come souvenir avrete una multa salata!).

  • Reykjavik, Islanda
    Reykjavik, Islanda

    Reykjavik funziona al 100% ad energia verde! Va detto che la capitale islandese è ben aiutata dalla geologia che, tra geyser, ghiacciai e vulcani, permettono lo sviluppo di fonti rinnovabili direttamente dalle risorse naturali. Basti pensare che il trasporto pubblico funziona a idrogeno, un carburante poco inquinante.

  • Vancouver, Canada
    Vancouver, Canada

    Affermandosi come la città più verde del mondo, Vancouver ha sviluppato un sistema di trasporto pubblico green: autobus elettrici, biciclette self-service, 275 chilometri di piste ciclabili, 200 postazioni per auto elettriche installate, ecc. La più grande città della British Columbia, provincia dell'estremo ovest del Canada, sulla costa del Pacifico, ospita numerosi giardini e foreste urbane. Il comune ha anche deciso di ridurre l'importazione di prodotti alimentari tramite navi o camion, favorendo la produzione locale.

  • Lubiana, Slovenia
    Lubiana, Slovenia

    Eletta capitale europea green nel 2016 grazie alla sua politica di gestione dei rifiuti, Lubiana vuole ridurre la quantità di rifiuti residui a 60 kg all'anno per abitante entro il 2025. Anche la capitale slovena punta sulla fine dei veicoli a carburante fossile. Entro il 2020 saranno installati 1.400 terminali per aumentare l'uso delle auto elettriche.

  • Hoi An, Vietnam
    Hoi An, Vietnam

    In Vietnam, gli abitanti dell'antica città di Hoi An, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO, sono incoraggiati a differenziare i loro rifiuti e a ridurre il consumo di plastica monouso. Fin dalla più tenera età, vengono educati e sensibilizzati alle questioni ambientali. Dalla fine di quest'anno la raccolta differenziata dei rifiuti sarà un obbligo per tutti, sia per le famiglie che per le aziende. La plastica monouso non sarà più disponibile in commercio entro la fine del 2021. Qui non c'è inquinamento luminoso come nella maggior parte delle città asiatiche: la città, di notte è illuminata da migliaia di lanterne!

1

Non sono solo le compagnie aeree, gli hotel e i tour operator a prendere iniziative per combattere il riscaldamento globale, lo fanno anche le città! In tutto il mondo si moltiplicano le azioni ecologiche dei comuni, alcuni di essi già da decenni, come Lubiana, altri hanno appena iniziato, come San Francisco, ma meglio tardi che mai!

Il riciclaggio dei rifiuti a San Francisco, l'energia rinnovabile proveniente da risorse naturali a Reykjavik, il trasporto pubblico elettrico e le biciclette self-service a Vancouver, il verde dello spazio urbano a Lubiana, il divieto dei prodotti in plastica monouso a Hoi An, in Vietnam, la limitazione dell'illuminazione pubblica a Flagstaff e il desiderio di diventare la prima città al mondo a zero emissioni di carbonio per Copenhagen, sono solo alcuni esempi, tra molti altri, di città che si impegnano a salvaguardare il nostro pianeta.

Il 2020 sembra essere un anno cruciale per l'ecologia e il turismo. È quest'anno che Air France si impegna a compensare al 100% le emissioni di CO2 su tutta la sua rete, che il tour operator Salaün punta ad essere carbon neutral e che molte navi da crociera passeranno al gas naturale liquefatto (GNL), il più pulito dei combustibili fossili, per alimentarsi!