• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
A Ivrea con il Carnevale in sicurezza e la Battaglia delle Arance
Pubblicato il 10/01/2018

Da non perdereItalia

Twitter Facebook

Dal giovedi 8 febbraio al martedi 13 febbraio, a Ivrea in Piemonte, come ogni anno si festeggia il Carnevale con la rievocazione storica della Battaglia delle Arance. Il programma di sicurezza sarà coordinato da Giuseppe Amaro della Gea Engineering.

Il Carnevale di Ivrea e la Battaglia delle Arance

Il Carnevale di Ivrea e la Battaglia delle Arance
© alexraths/123RF

Il Carnevale storico di Ivrea, riconosciuto come "manifestazione italiana di rilevanza internazionale" avrà inizio il Giovedi Grasso (8 febbraio 2018) e si concluderà con il Martedi Grasso (13 febbraio 2018). Durante lo svolgimento dell' evento, atteso da un gran numero di italiani, l'attenzione verso l'aspetto della sicurezza sarà altissimo.
Il piano sicurezza, richiesto dalla Prefettura di Torino dopo l'accaduto di piazza San Carlo, prevede:
1: Attenta osservanza della circolare Gabrielli.
2: Si prevede un numero chiuso di persone ridotto a 30mila soprattutto durante la storica Battaglia delle Arance.
3: Le vie di accesso saranno monitorate attraverso speciali applicazioni e da militari armati.
4: Verranno posizionate segnaletiche apposite per individuare le vie di fuga in caso di necessità.

La Battaglia delle Arance:

Il Carnevale di Ivrea racconta e riproduce la celebre rivolta del popolo contro il barone del luogo che riduceva alla fame tutta la città. La scintilla che fece scattare la rivolta fù il rifiuto da parte della figlia del mugnaio, l'eroina Mugnaia, che si rifiutó di sottostare allo ius primae noctis.

Programma:

8 febbraio: durante il Giovedì Grasso il Sindaco della città passerà i poteri di comando al Generale che arriverà in municipio accompagnato da alfieri, pifferai e tamburi. Arrivati al municipio ci sarà l'investitura ufficiale del generale assieme al corteo di altri personaggi storici: il sostituto Gran Cancelliere, il Podestà (garante della libertà dei cittadini), le Vivandiere, il Corteo con le Bandiere dei Rioni. In quest'occasione i cittadini saranno invitato a indossare il berretto frigio, cappello rosso a forma di calza che simboleggia l'adesione alla rivolta e che evita di essere bersaglio della successiva battaglia delle arance che si svolge la domenica.
9 febbraio: durante il venerdi di festa verrà realizzata una fiaccolata insieme al "CarnevalGustando", subito dopo si organizzerà una cena itinerante in città.
10 febbraio: per il sabato è prevista la presentazione dell'eroina Mugnaia, accompagnata dalla scorta di rivoluzionari e dal Generale in carica. A seguire, per la felicità dei più piccoli, ci sarà una festa dedicata ai bambini, feste delle diverse squadre di Aranceri per le vie della città, presentazione alla città della Vezzosa Mugnaia, corteo storico e sfilata delle squadre degli aranceri.
11 febbraio: la Mugnaia e il Generale visiteranno le diverse parti della città.
12 febbraio per la domenica è previsto il torneo "Trofeo Pich e Pala" dove un arancere per squadra si cimentarà nel lancio lungo dell'arancia verso il palazzo del Municipio in preparazione per la Battaglia delle Arance che invece si svolgerà nel pomeriggio. Nove saranno le squadre che si sfideranno, divise tra "Arancieri a Piedi" che rappresentano il popolo senza alcuna protezione e "Tiratori sulle Pariglie" che invece simboleggiano le armate del feudatario.
13 febbraio: durante il Martedi Grasso ci sarà la tradizionale e conclusiva sfilata dei carri e la Battaglia delle Arance dove le persone occuperanno gran parte delle vie del centro abitato.