• Connettiti
Un mare di cannucce di plastica: l'istallazione artistica che potrebbe diventare realtà
Pubblicato il 09/02/2019 1 condivisione

AmbienteVietnam

Twitter Facebook 1 condivisione

Si chiama "The Parting of the Plastic Sea" ed è l'opera del fotografo canadese Benjamin Von Wong, che vuole contribuire alla sensibilizzazione sul tema dell'inquinamento degli oceani.

Voir cette publication sur Instagram

Every single piece of plastic ever made still exists on the planet today in some form. How terrifying to think that all those tiny purchase decisions we make add up to so much over one lifetime. The parting of the plastic sea, built from 168,000 straws hopes to focus on one tiny part of the problem: straws , to ignite a greater conversation. Huge thanks to @zerowastesaigon and @starbucksvietnam For spending 6 months to collect all those convenient decisions from the streets of Vietnam! #strawpocalypse

Une publication partagée par Von Wong (@vonwong) le

Un mare aperto in due, come quello di biblica memoria, che si rivela essere composto interamente da cannucce di plastica. Un'istallazione interattiva (ci si può camminare dentro) alta più di tre metri per trasmettere un messaggio urgente e scioccante - o meglio, apocalittico: se non cambiamo le nostre abitudini di consumatori entro il 2050 nel mare ci sarà più plastica che pesci.

"Anche se questa istallazione è fatta di cannucce, non riguarda soltanto le cannucce. L'intento è quello di muovere un primo passo verso una maggiore consapevolezza della diffusione epidemica di plastica che minaccia gli oceani che diamo per scontati", ha affermato il creatore dell'opera, Benjamin Von Wong, fotografo canadese specializzato in arte concettuale e iperresalismo.

Di certo peró le cannucce non sono state scelte a caso: "Le cannucce sono praticamente impossibili da riciclare in molte parti del mondo, per via del loro spessore e delle loro dimensioni. Sono anche uno dei prodotti che è più facile che sia gettato via in bar, caffè o ristoranti".

<strong></strong>
© Marcelo Alexandre Rabelo/123rf

Come ha infatti raccontato l'artista nel suo blog , avrebbe potuto facilmente ottenere le cannucce per l'istallazione all'ingrosso e spendendo poco più di 10 dollari. Ma sarebbe stata una mossa ipocrita nei confronti del progetto: con la collaborazione di Zero Waste Saigon, Starbucks Vietnam e di un gran numero di volontari, 168.000 cannucce usate sono state raccolte sulle spiagge del Vietnam lungo un periodo di sei mesi. La raccolta delle cannucce usate è diventata parte integrante del progetto, e ha aumentato la potenza narrativa dell'opera e la capacità di puntare i riflettori su quanto le decisioni di ogni singolo individuo, per piccole che possano apparire, siano invece fondamentali nel realizzare qualcosa di grande.

Voir cette publication sur Instagram

With every passing day the number of volunteers that have come to help us has grown, from 20, to 30, to almost 50 today. We've powered through 135,000 straws so far thanks to all the volunteers and wish we actually had more!! We just have 20,000 red straws we need to figure out what to do with now.... Ideas? #strawpocalypse @zerowastesaigon @starbucksvietnam

Une publication partagée par Von Wong (@vonwong) le

L'obbiettivo era quello di creare innanzitutto qualcosa che potesse colpire, scioccare: "Il problema della plastica o passa in secondo piano, viene dimenticato, oppure è così presente da diventare invisibile. Volevo usare l'arte per affrontare entrambi questi angoli, creando qualcosa di bello e unico a partire da un disastro ambientale", ha dichiarato l'artista. Effettivamente, una passeggiata in questo mare di plastica non lascia indifferenti.

Voir cette publication sur Instagram

"It's just one straw, said 8 billion people" With my latest piece, I wanted to find a unique way to showcase the threat that our ocean and future generations are under. It took us 6 months to collect 168,000 straws recovered off the streets of Vietnam with the help of @zerowastesaigon and @starbucksvietnam to build this piece. If you enjoy it, please check out our video on the link in my bio ???? #strawpocalypse #laststraw

Une publication partagée par Von Wong (@vonwong) le

L'istallazione, chiamata "The Parting of the Plastic Sea", si trova attualmente nell'atrio dell'Estella Place a Ho Chi Minh City, in Vietnam, dove resterà fino al 24 marzo prossimo, quando dovrà cercare una nuova casa. L'artista ha lanciato un appello a chiunque fosse interessato a ospitarla e a contribuire a diffondere il suo messaggio.