Pubblicato il 23/02/2021

#Natura #Italia

Nasce il Cammino Basiliano: alla scoperta delle bellezze della Calabria

E' stato annunciato il Cammino Basiliano: lunghe passeggiate alla scoperta delle bellezze dell'entroterra calabrese.

La necessità di cambiare il turismo, per come fino a oggi lo abbiamo vissuto o ci è stato proposto, è evidente.
Eliminare il superfluo e tornare all'essenziale, che spesso, come diceva la volpe al piccolo principe, è invisibile agli occhi.
Ricordare quindi cosa rimane del viaggio una volta tolti gli orpelli, eliminati l'albergo lussuoso e le sue camere arredate per simulare una casa che casa non è, le gite organizzate, le cene comprese in ristoranti battuti da chissà quanti altri migliaia di turisti prima di noi, le comodità. Quello che rimane è il viaggio in sé, che è scoperta del nuovo, sia questo "nuovo" incarnato da esseri umani o luoghi o animali.
Camminare per conoscere, non farsi trasportare, ma passeggiare, marciare ascoltando il proprio tempo.

<strong></strong>

©Claudio Giovanni Colombo/123RF

In Spagna, chi non ha voglia della folla metropolitana o dei bagordi della costa si sposta a nord per intraprendere il celeberrimo cammino di Santiago, giorni intensi dedicati a un viaggio che ripristina abitudini sopite ma non dimenticate del viaggiatore originario.
Un'esperienza, quella del cammino di Santiago, che tempra gli animi più pigri e consolida quelli più solidi, una tipologia di viaggio che, sebbene apparentemente lontana dal proprio quotidiano, accende qualcosa nel turista medio tediato ormai dai pacchetti standard proposti.

La bella notizia è che da oggi anche l'Italia potrà presentare un'offerta simile a quella del Cammino di Santiago.
E' nato, infatti, in Calabria il Cammino Basiliano, un percorso puntellato da 44 tappe tra mari e monti che si snodano attraverso 955 chilometri di paesaggi straordinari.
L'obiettivo è di riconsegnare al turista l'esperienza del viaggio inserita in un progetto di sostenibilità dove l'unico mezzo di locomozione previsto sono le proprie gambe: l'itinerario è percorreribile soltanto a piedi e consente di scoprire borghi arroccati e la natura incontaminata della Sila.

<strong></strong>

©Claudio Giovanni Colombo/123RF

Ad annunciare la nascita del Cammino Basiliano è stato il responsabile del progetto, Carmine Lupia, ex direttore della Riserva Valli cupe, sul suo profilo Facebook: "Dopo quattordici anni di studio, otto anni di cammino e di revisione delle tracce GPS, finalmente è stato ultimato dalla ass. Camminatori Basiliani, il Cammino Basiliano che percorre la Calabria da nord a sud per 955 Km, soprattutto su sentieri e piste. Il percorso inizia a Rocca Imperiale e termina a Reggio Calabria. Ogni tappa del Percorso corrisponde a una giornata di cammino e in totale sono 44, con le varianti si arriva a 56 tappe e in ogni posto tappa si trova da dormire e da mangiare".

Il punto di partenza sarà Rocca Imperiale, seguiranno i comuni di Canna, Nucara, Santa Maria degli Antropici, Oriolo, Alessandria del Carretto, Cerchiara Calabra e Santa Maria delle Armi sino a raggiungere Civita, nel cuore del Parco nazionale del Pollino e della riserva naturale delle Gole del Raganello.
Si proseguirà poi per Cassano allo Ionio, Terranova da Sibari, Corigliano, Rossano, Paludi, Longobucco, Ortiano e Bocchigliero.
E ancora i comuni di Umbriatico, Verzino, Savelli, Castel Silano, San Giovanni in Fiore, nel territorio del Lago Ampollino, del monte Gariglione e a Buturo e Sersale, Sellia Superiore, Zagarise, Catanzaro, Tiriolo, San Floro, Squillace. Infine Gerace e il magnifico Duomo di Reggio Calabria.

Altri articoli proposti dall'autore