Pubblicato il 27/06/2018

#Da non perdere #Italia

Pitigliano, la piccola Gerusalemme toscana

Suggestivo borgo adagiato su una rupe, Pitigliano è una tappa obbligata per qualsiasi viaggio in Toscana, soprattutto se ci si trova nella Maremma.

Pitigliano, Maremma, Toscana

© EASYVOYAGE

Uno dei più bei borghi della Toscana e d'Italia quello di Pitigliano, una cittadina di origine antichissime, avvolta in qualche leggenda e soprannominata anche "la piccola Gerusalemme": un vero gioiello che regala scorci e panorami unici.

Sorretto da una rupe di tufo, Pitigliano si trova nell'area meridionale della Maremma Toscana, una posizione che conferisce alla località una rara ed unica bellezza. Una storia antica che affonda le radici già nell'Età del Bronzo: il borgo inizia la sua storia vera e propria con l'arrivo degli Etruschi . La civiltà etrusca ha costruito qui le "vie Cave", antichissime vie di comunicazione scavate nel tufo visitabili ancora oggi, anzi, costituiscono una delle maggiori particolarità di Pitigliano, così come anche le Necropoli, anche queste di origine etrusca.

Una storia che è continuata in epoca romana, che ha attraversato il Medioevo, fino quasi ad arrivare ai giorni contemporanei; una storia che si respira per i vicoli e nelle piazze del borgo.
Le case dell'abitato sono costruite sul filo della rupe, formando con questa un corpo unico e un insieme pittoresco. La rupe di Pitigliano è circondata da tre lati da burroni pieni di grotte scavate nel tufo. Appena si arriva nei pressi nel paese, dalla Chiesa della Madonna delle Grazie lungo la strada, si vede già la maestosità del borgo che si fonde divinamente con il resto del paesaggio.

Gli scorci del borgo di Pitigliano

Il centro storico si sviluppa sulle tre vie principali e dai vicoli e viottoli che le collegano. Il Duomo, la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, in stile barocco, risale probabilmente al tredicesimo secolo, ma negli anni è stata soggetta a diverse ristrutturazioni benché il campanile che spicca in alto conservi ancora alcune delle sue caratterisriche originarie. - © ermess/123RF

In Piazza Petruccoli si ha una veduta privilegiata sull'acquedotto mediceo, mentre in Piazza della Repubblica spicca la bella Fontana delle sette cannelle e il Palazzo degli Orsini, di origine aldobrandesca, che ospita il Museo Archeologico oltre al Museo del Palazzo e la biblioteca dell'Archivio storico.
Da non perdere a Pitigliano è il Ghetto ebraico: il borgo è famoso anche per essere la "piccola Gerusalemme" in virtù del fatto che vi si insediò una consistente comunità ebraica, traccia storica forte e vivibile entrando anche nella Sinagoga e visitando il museo. Interessante è il percorso attraverso locali scavati nel tufo, dove apprezzare i luoghi e i rituali della comunità ebraica.

Non lontano dal centro, un altro di quei luoghi che i turisti visitano volentieri è il Tempietto: una grotta naturale di cui resta sconosciuto lo scopo, e soprannominata in questo modo dagli abitanti del paese. Non può mancare assolutamente un giro tra le vie Cave che conducono in altre cittadine limitrofe.

Back in the Etruscan era: Vie Cave, the "sunken roads" carved out by the Etruscans during the Bronze age. They are on the world heritage watch list of endangered monuments because of their fragility ?? . . . #viecave #pitiglianocittadeltufo #sorano #igermaremma #igmaremma #yallersitalia #yallertoscana #tuscanygram #tuscanlovers #naturelovers #trekkertrek #trekking #mytravelgram #beautifuldestinations #travellover #mylifeintravel #travellingthroughtheworld

Un post condiviso da Ele Onora (@mele21_) in data:

Altri articoli proposti dall'autore