Pubblicato il 06/07/2021

#Da non perdere #Italia

Borghi fantastici e dove trovarli

Avete una vaga idea di quanti borghi tipici ci siano in Europa? Alcuni non sono conosciutissimi, ognuno ha caratteristiche precise e particolari, dipendenti dalla location in cui si trovano. Eccone tredici, per cominciare...

Burano, nella laguna Veneta

Burano, nella laguna Veneta

© satina/123rf

Quando si arriva a Burano la prima cosa che notiamo sono i colori, non per nulla è considerata una delle località più colorate al mondo. Una cittadina dalle case variopinte e pittoresche: la leggenda narra che siano stati i pescatori a dipingere le proprie abitazioni per riconoscerla durante i lunghi periodi di assenza. Una visuale che permette di vedere la città in tutti i suoi colori è quella dai ?tre ponti?,un ponte unico in realtà, di legno, che collega tre rive. Da Burano è possibile visitare tutta la laguna veneta e giungere nell'isolotto vicino, Murano, noto per la lavorazione del vetro.

Portofino, meraviglia ligure

Portofino, meraviglia ligure

© haveseen/123RF

Sulla costa ligure, nella parte occidentale del golfo del Tigullio, in una baia ai piedi dell'omonimo promontorio, si giunge a Portofino, amata da artisti, scrittori e da personaggi famosi. Una vera perla del Mediterraneo che segna il confine geografico tra il Golfo Paradiso e il Tigullio. L'intero territorio comunale è compreso nel Parco naturale regionale di Portofino, dotato di una straordinaria bellezza, con 80 km di sentieri e luoghi di interesse culturale. Tra questi il Semaforo vecchio, il mulino del Gassetta e l'eremo di Niasca.

Eguisheim, uno dei borghi dell'Alsazia

Eguisheim, uno dei borghi dell'Alsazia

© borisb17/123RF

Le mura di Eguisheim, culla dell'Alsazia, girano intorno al suo castello. È piacevole passeggiare sulle stradine lastricate e tra i vicoli stretti che divividono le case antiche a graticcio, con finestre e balconi di legno, tutti riempiti a modo con fiori e piante. La piazza centrale ospita il castello dei conti d'Eguisheim e la cappella colorata di San Leone IX, al quale la città ha dato i natali. Nei dintorni invece , la strada dei cinque castelli permette di scoprire i torrioni d'Eguisheim, del castello di Hohlandsbourg e dei torrioni di Pflixbourg. Nel mese di agosto, il villaggio si anima in occasione delle feste della cicogna e dei vignaioli.

Colmar, Francia

Colmar, Francia

© bbsferrari/123RF

A poca distanza da Eguisheim, anche Colmar è uno dei più bei borghi francesi. Gli edifici millenari del centro storico sono oggi ancora visibili, conservando una vena svizzera e tedesca. La città è un vero complesso urbanistico medievale con architettura tipica alsaziana. Conserva monumenti di assoluta importanza: la Collegiata di San Martino, uno dei più importanti esempi dell'Architettura gotica della regione e la Vecchia Dogana, sulla piazza omonima, uno degli edifici emblematici della città, risalente al 1480.

Sweethaven, Malta

Sweethaven, Malta

© tobi/123RF

Anche noto come Poppey Village ? villaggio di Braccio di Ferro - , Sweethaven è un complesso di rustici o edifici in legno che si trova nella baia di Anchor, nell'angolo nord-ovest dell'isola mediterranea di Malta. Incastonata tra una serie di colline e affacciata sulla baia di sabbia di Anchor Bay, circondata dal mar mediterraneo. Qui, nel 1980, è stato girato il film Popeye con Robin Williams ; dopo il set, sono state aggiunte diverse attrazioni per famiglie, ed è diventato un borgo caratteristico a tutti gli effetti.

Pirano, un salto in Slovenia

Pirano, un salto in Slovenia

© sangriana/123RF

Le saline di Pirano, dove ancora oggi il pregiato fiore di sale viene estratto seguendo i vecchi metodi, sono state la fonte dello sviluppo di questa città sul Mediterraneo sulla costa slovena. E' stata un'antica città portuale, e ancora oggi conserva i resti della cinta muraria, interamente protetta come monumento storico-culturale. Vie e vicoli stretti con le case che si reggono l'un l'altra, si rilassano verso la grande e meravigliosa piazza centrale di cui la costa ne sottolinea il carattere mediterraneo. Città marinara e cosmopolita, sviluppatasi sotto l'influenza della vicina Venezia, è uno dei centri più autentici e fotogenici della costa adriatica. Oltre all'architettura, al Museo Nautico e all'Acquario, molteplici sono le attrazioni, le manifestazioni e l'offerta gastronomica.

Tenby, gioiello del Galles

Tenby, gioiello del Galles

© corinaldo/123RF

Affacciata sulla Baia di Carmarthen, situata all'interno del Pembrokeshire Coast National Park, Tenby è definita come la città di mare più affascinante del Galles, ottenendo persino il premio come migliore località costiera del Paese. La vista del porto e delle stradine che si diramano dalla costa verso il centro storico è molto suggestiva, meravigliosa d'estate quando i vicoli diventano pedonali e i bar e i ristoranti espongono i tavolini dove godersi l'aria aperta.

Dinant, dove nasce il sassofono in Belgio

Dinant, dove nasce il sassofono in Belgio

© atomdruid/123RF

Nella provincia di Namun, in Vallonia (Belgio), incastrata tra una parete rocciosa e la riva destra del fiume Mosa, c'è Dinant, soprannominata figlia della Mosa. E' nato a Dinant l'inventore del sassofono, quindi gli appassionati di musica potranno scoprire nella cittadina numerose curiosità rispetto a questo personaggio e al suo strumento: non vi è un vero e proprio museo, ma un percorso illustrativo composto da una scenografia originale ed elementi ludici.

Sveti Stefan, Slovenia

Sveti Stefan, Slovenia

© bloodua/123RF

Una cittadina del Montenegro, sconosciuta ai più, ma famosa in questo paese per essere un antico borgo di pescatori. Domina la cima di una scogliera posta su di un'isola, riconoscibile dalle case con i tetti rossi affiancate dalla vegetazione mediterranea ; qui il mare Adriatico crea uno sfondo azzurro molto scenografico. L'isoletta è stata trasformata in un hotel di lusso dal governo jugoslavo durante il regime di Tito.

Ploumanach, nord della Francia

Ploumanach, nord della Francia

© janoka82/123RF

È una cittadina della Bretagna, uno delle regioni del Nord della Francia. Ploumanach, si adagia lungo la costa fatta di rocce di granito rosa, risalenti a 300 milioni di anni fa ; proprio qui, queste formazioni rocciose raggiungono l'apice della bellezza. Ad esempop le scogliere Squewel, con il faro e le enormi formazioni rocciose modellate dai venti, dalle piogge e dalle maree ; quest'ultime, hanno anche assunto nomi particolari come ?Castello del diavolo? o?Cappello di Napoleone?. Sulla spiaggia di St Guirec si rimarrà folgorati ad ammirare il castello di Costaérès, fotografato in tutte le cartoline del posto.

Hvar, Croazia

Hvar, Croazia

marinv

Hvar, il nome in Croato, ma conosciuta anche come Lesina. Città unica per la sua ricchezza culturale, l'eredità storica, la natura e la mondanità. È collocata in un punto strategico proprio sull'Adriatico, divenne un approdo molto importante ai tempi delle Repubbliche marinare. Oggi invece è una nota località dedita quasi esclusivamente al turismo: è meta di numerose navi da crociera che attraccano regolarmente nel porto di Hvar città (parte nordoccidentale dell'isola), visitata e apprezzata durante tutto l'anno, e non solo nella stagione estiva. L'isola è famosa per i numerosi campi di lavanda, le baie, ma anche vigneti e oliveti.

Coimbra, Portogallo

Coimbra, Portogallo

© Violin/123RF

Coimbra è stata la capitale del Portogallo per 200 anni, ed era sede di un'importante università che contribuì a trasformarla in un nucleo urbano ricco di edifici di rara bellezza. È possibile salire sulla torre all'interno dell'universita, per regalarsi una prospettiva speciale dall'alto di tutta la città. Due i bellissimi quartieri, uno vicino al Palazzo Reale e l'altro in Rua da Sofia. Vari tra i monumenti più belli risalgono al periodo dell'arte romanica, mentre il Mosteiro de Santa Cruz accoglie il sepolcro del primo re del Portogallo, Afonso Henriques.

Cap Ferret, Francia

Cap Ferret, Francia

© Stephane Bidouze

Cap Ferret è un borgo di mare nel dipartimento della Gironda, in Aquitania, in posizione centrale tra l'Oceano Atlantico e la baia di Arachon. Meta estiva dei francesi più benestanti e apprezzata anche da personaggi famosi, è una località che si distingue per il faro dominante sulla cittadina. E' dotato di una scala a chiocciola di 258 gradini e offre dalla sua piattaforma uno straordinario panorama sulla penisola, il bacino di Arcachon, la famosa duna di Pilat e l'oceano. La visita al faro si completa inoltre con una mostra interattiva dedicata alla sua storia, all'evoluzione della cartografia marina e ai metodi di navigazione.