• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Avoriaz 1800, una stazione sciistica che opera a favore dell'ambiente
Pubblicato il 12/12/2019

EcoturismoGroenlandia

Twitter Facebook 5 condivisioni

Negli ultimi anni ci si è interrogati sull'impatto ambientale delle stazioni sciistiche e l'impianto di Avoriaz 1800 non si è mai tirato indietro.. Fin dalla sua creazione negli anni '60, l'impianto ha deciso di non restare a guardare il cambiamento climatico in corso e, grazie a numerose azioni, ha limitato il più possibile l'impatto ambientale. Un esempio da seguire!

<strong></strong>
© Bestjober - Avoriaz

Da alcuni anni ormai, le stazioni sciistiche francesi, si orientano verso una gestione più responsabile, allo scopo di limitare il loro impatto ambientale. Ma per Avoiraz 1800, la protezione della natura non è una novità. Dalla sua creazione, nel 1966, erano stati messi in atto i mezzi per costruire una stazione sciistica che rispettasse l'ambiente. Come?

<strong></strong>
©Loïc Bouchet - Avoriaz 1800 (1)

La sua posizione eccezionale, in cima ad una rupe, mostrava con evidenza come la montagna fosse un ambiente naturalmente fragile, indispensabile, da preservare. La decisione fu presa: Gérard Brémond, direttore di questo progetto faraonico, voleva costruire una stazione eco-sostenibile. Per questo, si è circondato da Jacques Labro, Jean-Jacques Orzoni e Jean-Marc Roques, con i quali ha creato l'Atelier d'Architecture d'Avoriaz (AAA).

<strong></strong>
© ©Loïc Bouchet - Avoriaz 1800

Un'architettura che abbraccia il paesaggio

Sempre allo scopo di non snaturare la montagna, gli architetti hanno giocato con le forme e i materiali per adattarli alla topografia del sito. Nessun sontuoso edificio bar, né alcun imponente chalet: si è deciso di disporre gli edifici in funzione dei rilievi, in armonia con lo scenario naturale. Qual è il materiale più adatto a mimetizzarsi nella natura? Il legno, naturalmente! Ad Avoriaz 1800 è onnipresente; le facciate sono ricoperte da alettoni e i tetti sono composti da tegole di legno di cedro rosso. Sempre nell'attenzione al dettaglio, il legno non è verniciato e rimane grezzo per lasciarlo vivere e adattarsi al suo ambiente. I due snowpark della stazione sono anch'essi ecologici, costruiti con legno morto naturalmente, proveniente dalle foreste locali.

<strong></strong>
©Virginie Dupé OT Avoriaz/123rf

La sfida è dunque riuscita! Avoriaz 1800 si sposa perfettamente con la natura circostante e non ostacola la bellezza paesaggistica della montagna. Ma la famosa stazione sciistica delle Alpi non si ferma qui nella sua lotta per l'ambiente: anche il suo consumo energetico doveva essere eco-responsabile.