Il Burgeland: tra sole, vigneti e splendidi laghi
Pubblicato il 23/09/2017 2 condivisioni

CulturaAustria

Twitter Facebook 2 condivisioni

Il Burgeland é il Paese del Sole e del buon vino!
Il più giovane dei Land austriaci, é anche il più orientale e confina con l'Ungheria, e questa vicinanza si fa sentire nella cultura e nelle tradizioni di questo territorio cosi' particolare e tutto da scoprire.
Inutile cercare le montagne nel Burgeland, qua le Alpi sono solo un lontano ricordo: é il sole il re incontrastato di questo territorio, dove domina per 300 giorni all'anno (in media) , baciando con i suoi raggi i produttivi vigneti e le belle colline dove crescono colza e girasoli.

  • Twitter
  • Facebook
  • Eisenstadt
    Eisenstadt

    Eisenstadt é il capoluogo del Burgeland. Il suo nome vuol dire città di ferro e deriva dalla credenza che le sue mura inespugnabili fossero costruite di ferro. La città ospitava i principi Esterházy, il cui castello domina la città. Ancora oggi il teatro di corte è aperto al pubblico e si tengono concerti di musica. Oltre al castello ci sono molti altri palazzi barocchi, tra cui la casa-museo di Haydn. Nella piazza principale si tiene un coloratissimo mercato contadino.

    © fritzifoto/123RF
  • Pottendorf, chiesa e castello medioevali
    Pottendorf, chiesa e castello medioevali

    La cittadina di Pottendorf a pochi km da Eisenstadt, con il suo laghetto su cui si affacciano la chiesa medioevale e i resti del castello é davvero un piccolo gioiellino. Qui il tempo sembra essersi fermato e vi assicuriamo che anche se non c'é moltissimo da vedere, se siete di passaggio, vi conviene fare una breve sosta.

    © zechal/123RF
  • Il lago Neusiedler
    Il lago Neusiedler

    Il Neusiedler é l'unico lago di steppa dell'Europa centrale dichiarato, con le zone circostanti patrimonio dell'umanità dell'Unesco . I geologi ritengono che questo lago sia il residuo dell'antico mar di Pannonia. Profondo appena due metri, con il fondale argilloso e fasciato dai suoi canneti è il regno, oltre che dei surfisti e dei velisti e dei pattinatori (quando d'inverno diventa un enorme pista ghiacciata ) di quasi trecento specie di uccelli per cui si organizzano dei veri "safari" per il birdwatching. Impossibile non concedersi qualche giorno per esplorare le sue sponde e osservare le differenti specie naturali nel loro habitat naturale!

    © travelpeter/123RF
  • Rust
    Rust

    La cittadina di Rust é poco più di un paese: ha appena 1.900 abitanti, ma vanta una storia di cui può essere fiero ed è ricco di attrazioni che anche delle città più grandi non possono offrire.
    La ricchezza della città è nata con la viticoltura che i romani hanno portato in questa zona. Il paese, fondato da pescatori e agiati agricoltori, già nel 15° secolo esportava il suo vino fino alla corte dello Zar in Russia.
    Passeggiando attraverso le stradine di Rust ci si accorge dell'importanza che la cittadina ebbe in passato come centro vinicolo: il centro storico conserva molte belle case rinascimentali e barocche accuratamente conservate e restaurate del '600 e del '700, tipicamente ungheresi con portoni ad arco dove passavano i carri con l'uva e con le botte, con cortili porticati e soffitti a volta.

    © travelpeter/123RF
  • La basilica di Frauenkirchen
    La basilica di Frauenkirchen

    Il centro spirituale e religioso sulla sponda orientale del Lago di Neusiedl è la basilica e santuario barocco "Maria auf der Heide". La basilica di Frauenkirchen fu eretta nel 1695 e, per stile, decorazioni e arredamenti, è la più bella chiesa barocca e il santuario più importante del Burgenland.

    © travelpeter/123RF
1

Leggi di più:

Un'accogliente estate fiabesca in Carinzia
Easyjet si trasferisce a Vienna per sfuggire alla Brexit
In Carinzia c'è una torre di legno alta cento metri