• Connettiti
Argentina: viaggio in mezzo al cielo sul Tren a las Nubes
Pubblicato il 08/09/2018 10 condivisioni

TrasportiArgentina

Twitter Facebook 10 condivisioni

Un treno panoramico spettacolare che attraversa la Cordigliera delle Ande a 4000 metri di altitudine: è il Tren a las Nubes, e si trova in Argentina!

Il punto più alto del percorso: il viadotto di La Polvorilla

Il punto più alto del percorso: il viadotto di La Polvorilla
© Martin Schneiter/123rf

Toccare il cielo è sempre stato un desiderio dell'uomo, fin dagli albori della civiltà umana. E se oggi è facile farlo prendendo un aereo, cosa ne direste di tagliare le nuvole a bordo di un treno? Se pensate non sia possibile vi sbagliate di grosso, perché in Argentina esiste un treno che viaggia a oltre 4000 metri dal livello del mare, altitudine che gli è valso il soprannome di "Tren a las Nubes".

Si trova a Salta, in Argentina, al confine con il Cile, ed è sicuramente il più famoso viaggio su rotaie del paese. Nello spettacolare scenario della Cordigliera delle Ande, viaggia da Salta fino alla Valle Lerma, passando attraverso la meravigliosa Quebrada del Toro, continuando fra le rovine di Tastil e San Antonio de los Cobres, prima di raggiungere lo spettacolare viadotto che sovrasta il canyon desertico di La Polvorilla, incredibile infrastruttura ingegneristica a 4220m di altitudine, con alle spalle anni di onorato servizio: per quanto suggestivo passarci sopra è dunque ben sicuro.

I lavori per la realizzazione della ferrovia, pensata per collegare il Nord dell'Argentina con il Cile attraverso le Ande, sono iniziati nel 1921, e il viadotto de La Polvorilla fu terminato il 7 novembre 1932, su progetto dell'ingegnere americano Richard Maury. A causa degli ingenti costi di lavoro, il percorso nella sua completezza fu inaugurato solo nel 1948. Mentre il soprannome di Tren a las nubes è apparso per la prima volta negli anni Sessanta, a seguito di un documentario del quotidiano Clarín dedicato alla ferrovia, che venne così ribattezzata.

Come viaggiare tra le nuvole

Il viaggio di andata e ritorno dura circa quindici ore. Motivo per il quale, per venire incontro ai turisti, si è deciso di aggiungere un bus navetta a San Antonio che permette di non rimanere incastrati per tutto il tempo del viaggio in treno, facendo esperienza dei punti panoramici più affascinanti del tragitto e allo stesso tempo accorciando i tempi di circa tre ore e mezza. Il treno, difatti, fa sole due fermate, al viadotto e a San Antonio. L'opzione più quotata è quella di scendere in città e prendere qui il bus per il ritorno, visto che ferma al museo di Tastil Moisés Serpa, a Santa Rosa de Tastil, affascinante sito archeologico che protegge le rovine di un'antica città indigena, Tastil appunto, dove sono conservati diversi reperti, tra i quali una mummia risalente al XIV secolo.

Un post condiviso da Javi de Mi Aventura Viajando???? (@miaventuraviajando) in data:

Il viaggio resta sicuramente lungo, ma non disperate perché nel biglietto, di circa 42 euro (1850 pesos argentini) per il solo treno, sono inclusi diversi spuntini, da consumare nella carrozza ristorante o nella carrozza buffet, motivo per il quale è sconsigliato portare pasti a bordo. Presente in carrozza anche uno staff medico pronto ad aiutare chi soffre il mal di montagna.

Il treno viaggia il martedì e il sabato da aprile a metà dicembre. Ed è possibile prenotare i biglietti online, in ufficio o presso agenzie di viaggio, da tenere d'occhio quelle di Salta visti gli sconti occasionali.

E per chi preferisce non sfidare le altezze è possibile prenotare un viaggio parallelo alla corsa dei binari, vedendo il viadotto da sotto in tutta la sua imponenza. Oppure, per tagliare le spese, far da se il percorso prendendo un bus per San Antonio de los Cobres, esplorare la città e prendere da lì un taxi in direzione La Polvorilla.