• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Basta foto professionali nell'Antelope Canyon
Pubblicato il 14/01/2020

CuriositàStati Uniti

Twitter Facebook 2 condivisioni

Nessuna foto professionale potrà più essere scattata nell'Antelope Canyon, bellezza naturale dell'Arizona.

L'Antelope Canyon è uno degli slot canyon più celebri di tutti gli Stati Uniti.
Cosa sono questi slot canyon? Sono delle fessure create nella roccia dall'erosione dell'acqua e del vento dove una o più persone possono camminare.
Se poi le pareti di roccia di queste fessure sono purpuree e si trovano in un territorio che appartiene agli amerindi, il tutto diventa ancora più suggestivo del fenomeno che è gia spettacolare in sé.

<strong></strong>
©oceanfishing/123RF

L'Antelope Canyon possiede ogni requisito sopra elencato ed è, difatti, uno dei posti più fotogenici al mondo. Si trova nelle terre appartenenti alla comunità nativa dei Navajo, oggi integrata e rispettata dallo stato americano che in passato, purtroppo, è stata oggetto di abusi e reclusioni punitive. Quando si arriva nelle vicinanze dell'Antelope Canyon le aspettative non vengono deluse: il paesaggio è quello tipico dell'Arizona e dello Utah, il verde scarseggia, la natura qui è aspra e dai toni rossastri e il contrasto con il cielo ceruleo che fa da sfondo rende il panorama indimenticabile.

<strong></strong>
© jenifoto/123RF

La notizia non riguarda però la bellezza di questo canyon dai sentieri tortuosi quanto la decisione presa proprio dai Navajo circa l'impossibilità da parte di fotografi professionisti, d'ora in avanti, di scattare foto con un treppiede nell'sito.
"Continueremo a offrire il nostro giro turistico, dove sarà ancora possibile scattare foto con fotocamere e cellulari, ma non sarà più possibile utilizzare un treppiede" quanto annunciato dal rappresentante della tribù.

Il motivo è semplice: le attrezzature professionali sono spesso ingombranti, necessitano di tempo per scattare la foto e finiscono così per impedire il normale circolare di turisti nell'area, creando file e attese difficili da gestire.
Inizialmente si era pensato di organizzare dei tour esclusivamente per fotografi ma le richieste sono state talmente cospicue da costringere i Navajo a prendere la decisione che ha portato al divieto enunciato.
Sarà comunque possibile scattare foto, velocemente e senza creare code.