Antartide: scoperti i resti di una foresta sotto i ghiacciai
Pubblicato il 06/12/2017

CulturaItalia

Twitter Facebook

Scoperta che potrebbe rivelare il perché della scomparsa dei dinosauri.

Il continente ghiacciato ancora inesplorato.

Il continente ghiacciato ancora inesplorato.
© goinyk/123RF

I geologi Erik Gulbranson e John Isbell hanno trovato i resti fossili di un'antica foresta, intrappolati e conservati tra le rocce e il ghiaccio, in Antartide. Attraverso questi fossili hano individuato i frammenti di almeno 13 alberi antichi vissuti 260 milioni di anni.Alberi che crescevano dove oggi non possono esistere piante.
Ma esiste una spiegazione.
Il Polo Sud non é sempre stato come lo vediamo o immaginiamo, con ghiaccio e assenza di vegetazione. Verso la fine del periodo Permiano, prima della comparsa dei dinosauri e prima ancora della più grande estinzione di massa della storia del nostro pianeta, esistevano in questa porzione di terra vaste foreste. Stiamo parlando di 260 milioni di anni fà, quando le temperature erano più miti e il «verde» dominava su tutta l'area.

Il team dell'Università di Wisconsin-Milwaukee crede che l'estinzione di queste grandi foreste sia stata causata dall'aumento dei gas serra, forse emessi durante le eruzioni vulcaniche in Siberia. I ricercatori sperano di ottenere maggiori informazioni studiando i fossili rinvenuti. Stanno ora esaminando la regione chiamata Promontorio di Mc Intyre, nei Monti Transantartici, considerati il confine naturale tra l'Antartide Occidentale e quello Orientale. Al termine forse sarà possibile capire cio' che ha causato, milioni di anni fa, l'estinzione di quasi il 90% della vita terrestre, compresi dinosauri; la oramai nota era glaciale.

Anche se i primi fossili in Antartide furono scoperti da Robert Falcon Scott del 1910, la maggior parte del continente ghiacciato è ancora inesplorato.

Il Polo Sud rimane un luogo off limits per la maggior parte della gente comune. Un vero paradiso incontaminato, sul lato occidentale dell'Antartide, è Paradise Bay che ospita una colonia di pinguini Papua.
Da non dimenticare: Porto di Lockroy, dove visitare l'antica stazione di ricerca britannica, oggi riconvertita in museo; Cuverville Island, dove vivono 6.500 coppie di pinguini gentoo; il Canale di Drake, abitato da albatros, balene, orche e delfini; Deception Island, con il suo vulcano ancora attivo.
Certo bisogna organizzarsi per bene, non é sicuramente facile attraversare questi luoghi e soprattutto non possono esser visitati d'inverno, quasi 20 ore di buio e temperature che arrivano fino a -90° rendono il viaggio impossibile. Il periodo ideale é tra dicembre-gennaio dove abbiamo quasi 20 ore di luce e giornate più calde : l'estate dell'Antartide.