• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Il festival shakesperiano apre le porte del castello di Amleto
Pubblicato il 10/06/2016

CulturaDanimarca

Twitter Facebook 7 condivisioni

Per celebrare i 400 anni dalla morte di Shakespeare, il castello di Kronborg si prepara a far rivivere tra le sue mura il drammatico destino di Amleto

Castello di Kronborg

Castello di Kronborg
Wikipedia

"Essere o non essere, questo è il problema" è senza ombra di dubbio la frase più celebre dell'Amleto, uno dei capolavori di William Shakespeare. Anche quest'anno la Danimarca organizza un festival sulle orme del principe danese, facendolo rivivere proprio in quei luoghi che lo resero celebre.

Il Castello di Kronberg si trova a soli 40 minuti di treno da Copenaghen nella cittadina di Elsinore. Arrivando al castello si percepisce subito il fascino del luogo e si rimane colpiti dall'imponenza del castello, una fortezza circondata da cannoni che si fonde ad uno stile rinascimentale.

Il castello ospita fin dall'ottocento numerose rappresentazioni della tragedia del Bardo e quest'anno si potrà assistere ad un festival ancora più ricco con mostre, proiezioni di film, conferenze e performance.

Prima che Amleto lo rendesse uno dei castelli più famosi al mondo, il castello di Kronberg apparteneva al re Federico II che lo fece costruire tra il 1574 e il 1585 nel punto più vicino alla Svezia per poter controllare il traffico navale e riscuotere più facilmente i dazi. Ma si sa che per ogni storia c'è sempre un fondo di leggenda. Infatti si narra che tra le mura del castello viva ancora Holger, il leggendario eroe danese, e che la sua barba sia talmente lunga da essere raccolta in un gomitolo sul pavimento. Finchè Holger dormirà sonni tranquilli sul suo cuscino di barba, la Danimarca potrà vivere in pace, sicura che in caso di pericolo avrà un valoroso eroe pronto a difenderla.

Se Amleto poteva avere qualche dubbio noi certamente non lo abbiamo, letteratura e storia si fondono per affascinare ancora una volta lo spettatore.