Pubblicato il 06/01/2017

#Da non perdere #Portogallo

Alla scoperta del Portogallo, la meta top del 2017

Oggi il Portogallo vive agli occhi dell'Europa come un fiore che si stà schiudendo e man mano stà facendo innamorare i turisti, soprattutto quelli italiani che hanno scelto il paese di Pessoa come meta top nel 2016.

Torre di Belém, Lisbona

Torre di Belém, Lisbona

© pabkov/123RF

Isola di San Miguel, Azzorre

Isola di San Miguel, Azzorre

© sphraner/123RF

Porto, centro storico sul fiume Douro.

Porto, centro storico sul fiume Douro.

© sepavo/123RF

Funchal, Madeira, Portogallo

Funchal, Madeira, Portogallo

© etfoto/123RF

Algarve, Portogallo

Algarve, Portogallo

© pedroferreira/123RF

Vista dall'alto dal parco naturale di Arrabida, Portogallo.

Vista dall'alto dal parco naturale di Arrabida, Portogallo.

© wildman/123RF

Best in Travel, la guida di Lonely Planet di cui abbiamo parlato qualche mese fa lo aveva preannunciato: nessuno potrà resistere al Portogallo nel 2017. Sarà per la sua storia, per la sua natura incontaminata o semplicemente per il suo cibo; come il pesce appena pescato, mangiato mentre la linea dell'orizzonte scompare nell'Oceano Atlantico.

Un po' di storia

Il Portogallo é lo stato più occidentale dell'Europa continentale; 830km di coste che permisero al suo Regno di costruire un vasto dominio coloniale basato su una solida esperienza marinara. Durante il Medioevo, i portoghesi furono i principali esploratori dell'Atlantico, grazie soprattutto al principe Enrico il Navigatore, che ricoprendo la carica di capo dei Cavalieri Templari, mise ogni risorsa finanziaria a disposizione per coronare il suo sogno espansionistico.

I luoghi da non perdere

Il Paese costituisce l'estrema discendenza occidentale del Vecchio mondo e consta di due avamposti strategici naturali nell'Atlantico: gli arcipelaghi di Azzorre e Madeira, due regioni autonome che gli appartengono dalXV secolo.
Funchal, il capoluogo della regione autonoma di Madeira, sembra costruita all'interno di un'anfiteatro naturale ed é situata sull'Isola più grande dell'agglomerato. Da non sottovalutare la regione più meridionale, l'Algarve ricca di spiagge e paesaggi naturali che tolgono il fiato; conosciuto é Vilamoura uno dei maggiori complessi turistici europei. Setúbal, famosa sede vescovile, é situata nella regione di Serra di Arrabida, ed é un centro di antiche origini (scavi archeologici la collocano attiva già in epoca preistorica), ma oggi é famosa sopratutto per l'industria peschiera.

Lisbona non ha bisogno di tante presentazioni; é la città dove la cultura incontra ogni espressione artistica. Si sviluppa su sette colli come Roma, e data la sua fisionomia offre degli scorci fantastici e pittoreschi. Monumenti, bar originali e quartieri che trasudano storia, come l'antico borgo dei pescatori di Belém, che si snoda sul lungofiume Tago con giardini , parchi e monumenti di cui lo stile manuelino richiama le grandi scoperte dei navigatori portoghesi.

Porto, la terza città più popolosa del Paese, é uno dei poli più industrializzati del Portogallo; ha la fama di essere la città 'invitta' perché non é mai stata sconfitta militarmente dalla sua nascita. Il suo centro storico, risalente all'epoca romana, é stato riconosciuto come Patrimonio Mondiale dell'Umanità e i monumenti religiosi e civili sono opere architettoniche da visitare sotto ogni punto di vista.

Questo é solo un breve resoconto delle bellezze di questa Nazione; il Portogallo vi conquisterà, dall'entroterra alla sua costa c'é un viaggio di scoperte senza tempo.

"Per me non esistono fiori in grado di reggere il confronto con la varietà dei colori che assume Lisbona alla luce del sole."  A. Tabucchi