Pubblicato il 18/12/2019

#Curiosità #Stati Uniti

Airbnb si trasforma in una società alberghiera

Dopo aver letteralmente sconvolto il settore alberghiero, la società punta, ora, alla costruzione di un hotel a Miami dalle dimensioni incredibili!

© Olena Kachmar/123RF

Ebbene sì: Airbnb non smette mai di sorprenderci con effetti speciali! L'ultima trovata dell'azienda consiste nell'investire nell'apertura di un immenso albergo di 48 piani a Miami chiamato Natiivo, che conterrà 412 condomini e 192 camere d'albergo, che potranno essere affittate tramite Airbnb.
Non è geniale?

Voir cette publication sur Instagram

Natiivo Miami is the latest residential and hotel development in #DowntownMiami, a luxury resort that is boosted in this case by the famous AirBnB system, the giant of private apartment reservations that competes with the largest hotel chains worldwide. Natiivo will be a condominium where you can spend your holidays or any other time of the year in Miami, but at the same time you will have the opportunity to rent it per night the rest of the time and make money. The complex will have 200 hotel rooms at the podium level, as well as 412 fully furnished luxury condominiums. The building will provide concierge service, valet parking, smart technology, restaurant, bar and grill, cabins, WeWork style shared work space, gym, spa and yoga room. The apartments will be fully furnished with a modern and contemporary style with ceilings up to 3.3 meters high, European style cabinets, central air in configurations of studios and up to 3 rooms with private balconies. This project, which will be developed in front of the iconic #FreedomTower and the American Airlines Arena, will allow its owners to house the condos with AirBnB, without being subject to leases or restrictions of any kind, as in most other luxury residential buildings where you can only rent 2 or 3 times a year. Visit NatiivoMia.com for more information!

Une publication partagée par Miami Residential Group (@miamiresidential) le

L'inaugurazione prevista per il 2020 darà vita alla prima proprietà progettata specificamente per la condivisione della casa. Pur non essendo i grattacieli di proprietà del sito online, Airbnb sarà partner del progetto e offrirà consulenza in materia di interior design.
Airbnb ha attualmente più di sette milioni di annunci in 191 paesi, quasi come una società alberghiera. Tuttavia, l'impresa sta revisionando la sua offerta: il mese scorso, il CEO Brian Chesky ha annunciato che l'azienda avrebbe condotto una revisione completa di ogni singolo annuncio per verificare la loro precisione e gli standard di sicurezza.

Voir cette publication sur Instagram

Natiivo Miami is the first-ever designed, built, and licensed property for home sharing. Coming soon to Downtown Miami in Spring 2022! #NatiivoMiami #OwnNatiivo #StayNatiivo #Airbnb

Une publication partagée par Natiivo Miami (@natiivomiami) le

Eppure, tutte le strategie del sito stanno mirando verso gli hotel: Airbnb di recente ha acquistato HotelTonight, un'applicazione per ottenere sconti sulle camere d'albergo con prenotazioni dell'ultimo minuto. Tutte queste mosse si stanno allontanando dal business originario di Airbnb, nato come una piattaforma che collega i viaggiatori a persone disposte ad aprire le loro case agli sconosciuti.
L'obiettivo è, quindi, quello di soddisfare i clienti raggiungendo il giusto compromesso tra l'intimità delle case private e gli alti standard degli hotel. Chissà quando tutto questo diventerà effettivamente realtà!

Altri articoli proposti dall'autore