• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
Ridipinte le strisce dell'iconico incrocio di Londra
Pubblicato il 02/04/2020

CuriositàRegno Unito

Twitter Facebook 2 condivisioni

Londra ha ben pensato di approfittare della surreale tranquillità dell'incrocio per ridipingere le iconiche strisce pedonali su cui i Beatles lasciarono il segno.

Visualizza questo post su Instagram

Now the streets have gone quiet, the Abbey Road zebra crossing has finally been given a much needed refresh and a new coat of paint. Many of you have been sharing your memories of visiting the crossing, so we look back at last August, when 1000s of Beatles' fans descended onto Abbey Road, 50 years on from when the Fab Four posed on the same zebra crossing for the cover of the band's last-recorded album.

Un post condiviso da Abbey Road Studios (@abbeyroadstudios) in data:

Come si legge su La Stampa: "Il restyling inaspettato di una delle strade più famose al mondo non sarebbe stato possibile in così poco tempo senza il blocco per il coronavirus. L'incrocio è una vera calamita per i turisti di tutto il mondo, che si mettono in coda per farsi fotografare mentre attraversano le strisce di Abbey Road, proprio come sull'omonima copertina dell'album dei Beatles."

Il più famoso passaggio pedonale del mondo ha festeggiato lo scorso anno il 50° anniversario dello scatto di quella foto che diventò la copertina del disco Abbey Road. Era l'8 agosto dell'anno magico 1969 (tra Woodstock e alcuni degli album più importanti di sempre). John Lennon, Paul McCartney, Ringo Starr e George Harrison stavano registrando l'album, che, uscito poi il 26 settembre di quell'anno, sarebbe stato l'ultimo della band.

<strong></strong>
© Iakov Kalinin/123RF

Abbey Road ha da circa dieci anni lo "status di protezione" del Regno Unito, ovvero, è il primo incrocio al mondo ad avere lo stesso livello di riconoscimento e protezione di edifici e monumenti famosi.