• Menu Esci
  • Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Destinazioni
    • Per saperne di Più
      • Idee di viaggio
      • Campeggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen
  • Connettiti
'Coda rotta', il pronto soccorso degli animali randagi
Pubblicato il 20/05/2016

NovitàTurchia

Twitter Facebook 6 condivisioni

Una soluzione ottimale per aiutare i nostri amici a quattro zampe; nasce ad Instanbul 'Coda rotta', il portale che reca aiuto agli animali abbandonati a se stessi.

Arrivano gli aiuti per i randagi

Arrivano gli aiuti per i randagi
pixabay

Ceyda Kalafatcitoglu e Christian Feiland sono gli ideatori dell'idea rivoluzionaria per gli animali randagi. Non é un segreto l'amore sconfinato che i turchi provano per gli animali, soprattutto per i gatti, considerati quasi sacri per la religione islamica.

L'iniziativa del portale che si occupa degli animali randagi, ha l' obbiettivo specifico di dare la possibilità, alle persone che vogliono sostenere le comunità feline e gli altri animali abbandonati, di raggiungere con gli aiuti gli animali segnalati. Il nome del portale é 'Kirik Kuyruk' e si traduce in 'Coda rotta', disponibile nella versione inglese.

Curiosità

Sul portale é possibile registrarsi e inserire le segnalazioni degli animali in difficoltà, indicando la posizione dello stesso e le cure di cui ha bisogno; qualcuno leggerà la segnalazione e recherà aiuto ai nostri amici animali. Lo chiamano amore 2.0, che per la Turchia non é una novità; il video promozionale, infatti, in poche ore ha ricevuto 16.000 condivisioni, sintomo di un paese che ha a cuore i suoi randagi.

La religione islamica tradizionalmente è molto legata ai gatti: Maometto, il grande profeta dell'Islam, aveva lui stesso una gatta di nome Muezza, che teneva sempre in grembo mentre predicava. Secondo una leggenda la gatta avrebbe aiutato Maometto a catturare un serpente che si era intrufolato nella manica della sua tunica, per questo il gatto é considerato un'animale quasi sacro.