• Connettiti
Le 10 migliori strade del vino in Europa
Pubblicato il 16/08/2016

SocietàItalia

Twitter Facebook 3 condivisioni

Ferragosto ci ha appena lasciati e ora dobbiamo goderci le ultime settimane d'estate. Settembre porta sempre con sé un po' di malinconia ma in questa stagione le natura comincia un processo meraviglioso di cambiamento ed è proprio adesso che inizia la vendemmia e in Italia si celebrano centinaia di feste dedicate al "nettare degli dei".

bordeaux in francia

bordeaux in francia
©FreeProd/123rf

La regione vitivinicola di Bordeaux è conosciuta in tutto il mondo per offrire vini da sapori e varietà uniche. Oltre ad essere una splendida città, la città sulla rive della Garonna vanta ben 57 denominazioni DOC nella sua intera regione. Il vino è il vero protagonista e in moltissimi borghi attorno a Bordeaux si organizzano tour e degustazioni dei vini locali. La perla della ragione è senza dubbio Saint Emilion, splendida cittadina medievale patrimonio Unesco, circondata da 5500 ettari di viti.

toscana

toscana
© jakobradlgruber/123RF

Per tutto settembre i borghi toscani si vestono a festa e in tutto il territorio si celebrano feste dedicate al vino. È il modo migliore per brindare all'arrivo dell'autunno! Dal 28 agosto all'8 settembre a Montecarlo, in provincia di Lucca, va in scena la Festa del Vino con degustazioni di vini e cibi locali e spettacoli tradizionali per le vie della cittadina. Per chi si trovasse in Maremma, dal 4 al 7 settembre il centro storico di Pitigliano ospiterà SettembrediVino aprendo le sue cantine per chi volesse assaggiare vini e cibi tipici della zona. Non potevamo non citare l'Expo del Chianti Classico a Greve di Chianti dove le degustazioni di vino saranno abbinate a quelle di salumi e olii. Alle porte di Firenze si tiene la grande Festa dell'Uva sulle colline di Impruneta. Questa manifestazione si ripete dal 1926 e potrete sorseggiare dell'ottimo vino assistendo a balli popolari e alla sfilata dei carri allegorici per il centro del paese.

alentejo in portogallo

alentejo in portogallo
© Inacio Pires/123rf

Questa zona del Portogallo centro-meridionale conta oltre 250 produttori di vino dislocati in otto regioni denominate nominando l'Alentejo una delle regioni in più grande espansione nel settore vitivinicolo portoghese. La grande varietà di vini è dovuta alla grande varietà di terreni su cui si coltivano le vigne: terreni ricchi di granito, calcio o argilla. La Rota do Vinho si estende su tre città: Portalegre, Beja ed Evora, dichiarata patrimonio Unesco. Novembre è il periodo perfetto per la Festa da Vinha e do Vinho a Borba dove piccole tascas (osterie) fermano i passanti tentandoli con i loro prodotti mentre le strade si riempioni di sfilate colorate.

rioja in spagna

rioja in spagna
© Javier Castro/123rf

Nel nord della Spagna si trova la Rioja, una delle regioni vitivinicole più prestigiose del paese. Questa regione produce vini rossi quanto bianchi, sebbene i rossi siano i più conosciuti e apprezzati internazionalmente. I vini sono molto corposi e devono essere bevuti dopo almeno tre anni, preferibilmente dopo cinque oppure, se volete la perfezione, dovete aspettare almeno sette o otto anni. Se vi recate nella Rioja non potete non abbinare una selezione di splendide tapas ad altrettanti splendidi vini, specialmente quelle con il chorizo o con lombata di maiale marinata nel vino servita como lomo embuchado.

santorini in grecia

santorini in grecia
© karapas/123RF

Questa scelta potrebbe colpirvi ma Santorini vanta una storia legata al vino sin dai tempi preistorici. Infatti tracce di un vino bianco secco sono state trovate nel villaggio di Akrotiri, sepolto dalle ceneri di un'immensa eruzione vulcanica. Le cantine sono sparse per tutta l'isola ed è interessante vedere come gli enologi fanno crescere le viti! A causa dei forti venti provenienti dall'Egeo, le vigne vengono fatte crescere in modo da formare una ghirlanda di tronchi al cui interno cresceranno i grappoli protetti dagli agenti atmosferici che potrebbero rovinarli.

valle della mosella in germania

valle della mosella in germania
© meinzahn/123RF

La storia di questa regione è fortemente legata al vino già dai tempi dei Celti e Romani che iniziarono a produrre vino nella valle della Mosella oltre 2000 anni fa. La Mosella è dunque la regione più antica della Germania per la produzione di vino e le viti sono coltivate su ampie terrazze scoscese che rendono la loro coltivazione spesso pericolosa. Il Reno attraversa la vallata e arricchisce di minerali il terreno che poi si riflettono nel gusto dei vini conferendo un gusto unico a questi Riesling tedeschi.

route des vins in alsazia

route des vins in alsazia
© Paul Grecaud/123rf

Questa strada del vino è la continuazione della Deutsche Weinstrasse che segue il corso del Reno fino a Strasburgo. La Route des vins si articola su ben 170 km di territori attivi da aprile a ottobre con feste legate al vino e vendemmie. Si può percorrere in auto, in bici o a piedi a seconda del vostro ritmo e dei vostri gusti! Da Thann a Marlenheim si incontrano ottimi vini e pittoreschi villaggi colorati incastonati in magnifici panorami.

istria

istria
© tupungato/123RF

Già Fenici e Greci hanno iniziato la coltivazione di viti e la produzione di vino in Istria. Secondo la leggenda gli Argonauti, mentre erano alla ricerca del vello d'oro, si fermarono proprio sulle coste dell'Istria ed esclamarono "kalavojna" che tradotto significherebbe "vino buono". La posizione, il clima, le caratteristiche del suolo sono fattori che contribuiscono alla riuscita di questa varietà di ottimi vini rossi.

moravia del sud in repubblica ceca

moravia del sud in repubblica ceca
© Richard Semik/123RF

La Moravia del sud è l'animo enologico del paese. Qui le viti crescono prosperose e i vini cechi cominciano ad avere una grande importanza sul mercato internazionale. L'industria del vino si sta facendo sempre più importante in un paese dove la birra regna sovrana, proponendo itinerari e vie del vino molto interessanti per gli amanti del vino. Il sud del paese è un mosaico di cantine ed edifici storici che producono ottimi vini fruttati o corposi in una cornice di feste tradizionali in alcuni dei borghi più belli della Repubblica Ceca.

veneto

veneto
© Jeanette Teare/123rf

Racchiusa tra la Valdadige, la Lessinia e il Lago di Garda, la Valpolicella è un territorio collinare che offre un ottima offerta di enoturismo. La Valpolicella è legata al vino già dall'origine del nome: la leggenda narra che derivi dalle parole "valle", "poli" e "cellae", ovvero valle dalle molte cantine. Alcuni dei vini più apprezzati sono il Valpolicella classico, il Recioto, l'Amarone, il Bardolino, il Bianco di Custoza e il Soave. Spostandoci verso est incontriamo la strada del Prosecco e del Valdobbiadene. In provincia di Treviso si snoda infatti uno dei percorsi più antichi che da sempre porta il nome di "Strada del vino bianco" mentre oggi è stata ribattezzata "Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene". Qui si produce il Prosecco, il vino bianco più richiesto al mondo, ed è un'occasione per scoprire la cultura del territorio attraverso tre percorsi a tema che formano questa via del vino.