• Easyviaggio, offerte viaggi
    • Voli
    • Hotel
    • Vacanze
    • Campeggio
    • Per saperne di Più
      • Destinazioni
      • Idee di viaggio
      • Itinerari di viaggio
      • Autonoleggio
      • Community
      • ComparatoreGreen

Tamanrasset

  • Chi la conosce la chiama Tam. Un'unica sillaba per riassumere la bellezza di questa città che si cela nell'infinito splendore del Sahara algerino.  E chi l'ha lasciata si stupisce: Tamanrasset non è più il piccolo luogo sperduto di un tempo, "20 volte più vivace", come lo descrive all'inizio del secolo il frate Charles de Foucauld. La città e le sue 70.000 anime hanno "rosicchiato" l'arido Hoggar ...
    © Sylvain Grandadam
  • Tamanrasset è una tappa imperdibile dei nomadi e dei tuareg che attraversano il Sahara.
    © Sylvain Grandadam
Paola Kim Simonelli
Paola Kim Simonelli Esperto della destinazione Algeria

Chi la conosce la chiama Tam. Un'unica sillaba per riassumere la bellezza di questa città che si cela nell'infinito splendore del Sahara algerino. E chi l'ha lasciata si stupisce: Tamanrasset non è più il piccolo luogo sperduto di un tempo, "20 volte più vivace", come lo descrive all'inizio del secolo il frate Charles de Foucauld. La città e le sue 70.000 anime hanno "rosicchiato" l'arido Hoggar per migliorare il benessere dei suoi abitanti, attraverso un processo di irrigazione, che va ben oltre quella che era l'oasi originaria. Il primo incrocio urbano dell'Algeria che si incontra giungendo dal confine nigeriano, reca il titolo di capitale amministrativa del paese. Anche riserva militare, è abitata da funzionari e i suoi quartieri generali sono presieduti da truppe militari.

Per il visitatore, Tam all'inizio rappresenta la porta d'accesso del Tassili dell'Hoggar e il punto di partenza delle escursioni verso l'Assekrem. La città merita una visita di almeno due giorni. Godersi il suo fascino antico e quest'atmosfera rilassante che avvolge subito le sue strade. Tam è il rifugio degli Hitzit, "quelli che reggono le pareti", espressione ironica per definire la gente pigra.

I curiosi visiteranno, in una mezza giornata, l'eremo del Frate Charles de Foucauld e "la fregata", monastero dei Fratellini di Gesù, dalla linea sobria e impeccabile. Calcolare un'altra mezza giornata per passeggiare nel mercato del Malie nella via principale che conduce al mercato artigianale. Non perdetevi il museo di storia naturale, guide simpatiche e mammiferi imbalsamati sono pronte ad accogliervi. Per quanto concerne l'alloggio, Tam offre lo stretto indispensabile. Nonostante le sue tre stelle, il solo e unico albergo della città, il Tahat, non vale molto di più dei numerosi accampamenti in muratura che si trovano in cttà. Docce in comune e materassi a terra. Un modello perfetto di accampamento nel deserto, graziosamente ribattezzato dalle guide tuareg "l'hotel dalle mille e una stelle".

Altrove nel mondo
Algeria : Motore di ricerca Vacanze
  • Vacanze
  • Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Auto