• Voli
  • Hotel
  • Volo + Hotel
  • Case private
  • Auto
  • Vacanze

+

    Cultura Israele

     Israele
    • Condividi
    Israele

    Israele : Scopri la cultura di questo paese

    Per leggere, vedere, ascoltare

    Guide

    Gerusalemme. Di Daniel Jacobs. Vallardi Viaggi, Rough Guides, 2000.
    Guida ai paesi del Medio Oriente. Siria, Libano, Giordania, Palestina, Israele. Di Lannutti Giancarlo. Ed. Datanews, 1997.

    Letteratura

    Romanzi, saggi, racconti:

    "Una storia di amore e di tenebra", di Amos Oz
    "La guerra e la pace: Israele-Palestina", cronache 1956-2003, di Jean Daniel. Baldini Castoldi Dalai editore.

    Film

    "Exodus", di Otto Preminger.
    "Tehilim", di Raphaėl Nadjari (2007)
    "Terra promessa", di Amos Gitai
    "Camminando sull'acqua", di Eytan Fox (2004)
    "Paradise Now", di Hany Abu-Assad. (2004)
    "Vai e vivrai", di Radu Mihaileanu. (2005)
    "Private", di Saverio Costanzo. (2005)
    "O' Jerusalem", di Elie Chouraqui (2006)

    Musica

    Israele : Informati sulla storia del paese

    Date storiche

    Verso il 1200 a.C.: esodo degli ebrei guidati da Mosč.
    1020-1004 a. C.: Saul č il primo re degli ebrei.
    1004-965 a. C.: regno di Davide. Gerusalemme diventa la capitale.
    965-928 a. C.: regno di Salomone. Alla sua morte, il paese si divide in due regni: Israele a nord, e Giuda a sud.
    722 a. C.: gli assiri conquistano Israele.
    587 a. C.: Nabucodonosor assedia la cittą di Gerusalemme e distrugge il primo Tempio, deportazioni a Babilonia e fine del regno di Giuda.
    539 a. C.: dopo la presa di Babilonia da parte di Ciro, gli ebrei tornano a Gerusalemme e ricostruiscono il Tempio.
    334 a. C.: la conquista di Gerusalemme da parte di Alessandro, re di Macedonia, inaugura il periodo ellenistico.
    175-135 a. C.: rivolta degli ebrei maccabei contro il re seleucida Antioco IV.
    63 a. C.: Pompeo conquista Gerusalemme. Inizio del protettorato romano in Giudea.
    37-4 a. C.: regno di Erode il Grande, che fa ricostruire il secondo Tempio.
    66-70: prima rivolta ebraica contro l'occupazione romana.
    Nel 70: le legioni di Tito assediano Gerusalemme e incendiano il Tempio.
    132-135: seconda rivolta ebraica. La Giudea si chiamat ormai Palestina, e Gerusalemme, bandita agli ebrei, diventa colonia romana.
    326: Elena, madre di Costantino il Grande, va in pellegrinaggio a Gerusalemme.
    636: gli eserciti musulmani entrano in Palestina.
    638: Gerusalemme cade nelle mani di Omar I.
    750-1258: la Palestina č sotto il dominio dei sultani abbasidi, la cui capitale č Baghdad.
    1099: i crociati, capeggiati da Goffredo di Buglione, conquistano Gerusalemme.
    1099-1187: regno cristiano di Gerusalemme.
    1187: nella battaglia di Hittim, vicino a Tiberiade, Saladino, un emiro di origine curda che comanda l'insieme delle forze musulmane, infligge una terribile sconfitta ai franchi.
    1291: i mamelucchi, dinastia che regnerą in Palestina fino al 1517, prendono San Giovanni d'Acri, ultima piazzaforte dei franchi.
    1400: Tamerlano č alle porte della Palestina.
    1517: gli ottomani si impadroniscono della Palestina. Regneranno per quattro secoli.
    1897: Theodor Herzl organizza il primo congresso sionista a Basilea e sostiene la creazione di uno stato ebraico.
    1916: accordi segreti di Sykes-Picot: la Francia e l'Inghilterra si spartiscono il Medioriente in zone d'influenza.
    1917: la dichiarazione Balfour (novembre) prevede la creazione di un "focolare nazionale ebraico" in Palestina. Il generale Allenby, a capo delle truppe britanniche, entra vittorioso a Gerusalemme (dicembre). Č la fine dell'Impero ottomano, alleato della Germania, e l'inizio del mandato britannico in Palestina, che sarą mantenuto fino al 1948.
    1920: primi scontri tra ebrei e arabi.
    1939: i britannici pubblicano il "Libro Bianco", che limita l'immigrazione ebraica in Palestina.
    1947: l'ONU vota una risoluzione che prevede la divisione della Palestina in due Stati, uno ebraico e l'altro arabo.
    1948: David Ben Gurion proclama l'indipendenza e la creazione dello Stato d'Israele il 15 maggio a Tel Aviv. Prima guerra arabo-israeliana.
    1956: dopo la statalizzazione del canale di Suez, Israele attacca l'Egitto del colonnello Nasser.
    1967: guerra dei Sei Giorni contro gli eserciti arabi (egiziani, giordani, siriani e iracheni). Le truppe israeliane occupano il Golan siriano, il Sinai egiziano e la sponda destra del canale di Suez, nonché la Giudea e la Samaria, sottratte al re di Giordania. La Cittą Vecchia di Gerusalemme passa nelle mani degli israeliani.
    1973: guerra del Kippur. Il 6 ottobre, giorno dello Yom Kippur, le forze egiziane invadono la riva orientale del canale di Suez e l'esercito siriano attacca il Golan. Vittoria d'Israele e fine dei combattimenti il 23 ottobre.
    1977: il partito Herut (sionista nazionalista), con a capo Menahem Begin, si allea con il Likud (partito di centro-destra). M. Begin diventa Primo ministro.
    1979: M. Begin e il presidente egiziano, A. Sadat, concludono gli accordi di Camp David: Il Cairo riconosce lo Stato ebraico e Israele restituisce il Sinai all'Egitto.
    1982: M. Begin lancia l'operazione "Pace in Galilea": Israele invade il Libano del sud, dove si trovava il quartier generale della resistenza palestinese. Durante l'occupazione israeliana hanno luogo i massacri dei campi profughi palestinesi di Sabra e Shatila, perpetrati dalle milizie cristiane libanesi.
    1983: dimissioni di M. Begin.
    1985: Israele si ritira dal Libano, conservando tuttavia una "zona di sicurezza" nel sud, che abbandona nel maggio 2000.
    1987: inizio dell'Intifada, la "guerra delle pietre", nei territori occupati.
    1988: Yasser Arafat, presidente dell'OLP, riconosce lo Stato d'Israele.
    Ottobre 1991: prima conferenza internazionale sul Medioriente a Madrid, sotto l'egida degli Stati Uniti.
    Giugno 1992: le elezioni riportano i laburisti al potere. Il loro leader, Yitzhak Rabin, č nominato Primo ministro.
    Settembre 1993: stretta di mano storica tra Yasser Arafat e Yitzhak Rabin che sigilla la firma del primo accordo per il riconoscimento dell'autonomia amministrativa ai Territori palestinesi di Gaza e Gerico. La creazione dell'Autonomia palestinese entra in vigore con la firma degli accordi del Cairo, nel maggio 1994.
    Ottobre 1994: trattato di pace tra Israele e la Giordania.
    Settembre 1995: un secondo accordo israelo-palestinese estende l'Autonomia palestinese alle principali cittą della Cisgiordania.
    Novembre 1995: Yitzhak Rabin č assassinato da un estremista ebreo.
    Maggio 1996: sconfitta dei laburisti. Benjamin Netanyahu, leader del Likud, diventa Primo ministro.
    Maggio 1999: il leader laburista Ehud Barak succede a Benjamin Netanyahu a capo del governo.
    Settembre 2000: seconda rivolta palestinese (Intifada).
    Febbraio 2001: la guida della destra israeliana, Ariel Sharon, diventa Primo ministro.
    11 novembre 2004: morte di Yasser Arafat (Presidente dell'Autoritą Palestinese). Mahmoud Abbas č eletto suo successore.
    8 febbraio 2005: Incontro a Sharm El Sheikh tra Ariel Sharon (Primo ministro israeliano) e Mahmoud Abbas (presidente dell'Autoritą palestinese).
    Agosto 2005: Data prevista della ritirata delle truppe israeliane dalle 21 colonie della striscia di Gaza.
    15 agosto 2005: Ritiro delle colonie ebraiche dalla striscia di Gaza.
    luglio 2006 In risposta a un lancio di missili da parte di Hezbollah Israele lancia un'offensiva nei confronti del Libano. Per porre fine alla crisi viene applicata la risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

    Israele : Informati su feste, ricorrenze e manifestazioni del paese

    Feste e manifestazioni

    Feste ebree (seguono il calendario lunare)
    Rosh Hashana (Capodanno).
    Anniversario della Creazione del mondo e del giorno del Giudizio. Gli uomini fanno un esame di coscienza. Rosh Hashana č seguito da dieci giorni di ''Pentimento'' (Teshuvą, il ritorno a Dio).
    Yom Kippur (il "Giorno dell'espiazione").
    Dopo il pentimento arriva il perdono: Yom Kippur conclude la Teshuvą con un digiuno di 24 ore, dedicate alla preghiera e all'assoluzione.
    Sukkoth (la festa delle tende).
    In occasione della festa dei raccolti, gli ebrei celebrano il tempo dell'Esodo, durante il quale il popolo di Israele, durante la fuga dall'Egitto, era accampato nel deserto in tende precarie.
    Simchat Torah (la "Gioia della Torah").
    Alla fine della settimana di Sukkoth, il giorno di Simchat Torah segna la fine del ciclo annuale della lettura della Torah.
    Hanukkah (la festa delle luci). Celebrazione della "luce spirituale", simbolo del trionfo della santitą sulla forza brutale.
    Purim (la festa della sorte).
    Grande carnevale per commemorare la vittoria di Ester e di Mardocheo sul re di Persia.
    Pesach, la Pasqua ebrea.
    Questa festa di sette giorni ricorda l'uscita dall'Egitto. Il pane lievitato č vietato ed č sostituito con il matzah, pane azzimo senza lievito, ricordo della manna che Dio offrģ al suo popolo nel deserto.
    Shavuot (la Pentecoste).
    Sette settimane dopo la Pesach, questa festa commemora l'episodio in cui Mosč ricevette le Tavole della Legge sul Monte Sinai.
    Commemorazioni: Yom Hashoą (inizio maggio).
    Commemorazione della Shoah. Due minuti di silenzio in memoria dei sei milioni di ebrei sterminati dai nazisti.
    Yom Haatzmaut (metą maggio).
    Celebrazione della nascita dello stato d'Israele (il 14 maggio 1948).
    Feste musulmane (seguono il calendario lunare dell'Egira)
    Ras es-Sana (aprile).
    Capodanno egiriano.
    Mouloud (luglio).
    Commemorazione della nascita di Maometto.
    Lailatul Miraj (novembre).
    Ricorda l'ascensione del Profeta verso il Paradiso.
    Il ramadan.
    Un mese di digiuno dall'alba al tramonto.
    Ait el-Fitr.
    Festa della conclusione del ramadan.
    Ait el-Kebir.
    Ogni famiglia musulmana sgozza un montone in ricordo del sacrificio di Abramo.
    Feste cristiane
    Natale.
    I cattolici celebrano il Natale il 25 dicembre, gli ortodossi il 7 gennaio e gli armeni il 19 gennaio.
    Pasqua (marzo-aprile).
    La Settimana Santa, che termina con la domenica di Pasqua, č programmata in funzione della Pasqua ebrea. Cosģ, per i cattolici, la festa ha luogo tre settimane prima di Pesach. Per gli ortodossi e gli armeni, invece, č due settimane prima.
    Il Venerdģ Santo cattolico, processioni sulla via crucis della Via Dolorosa, a Gerusalemme.
    Ascensione.
    Quaranta giorni dopo Pasqua, i francescani pregano sul Monte degli Ulivi a Gerusalemme.
    Pentecoste.
    Cinquanta giorni dopo Pasqua, i cattolici celebrano la messa nella chiesa della Dormizione di Gerusalemme.

    Il nostro esperto Israele

    Matteo Bosco Bortolaso Matteo Bosco Bortolaso Capo rubrica

    Mappa Israele

    Mappa Israele Mappa Israele

    Guida del paese

    Meteo Israele

    Previsione di 4 giorni